GASPERINI A SKY: “PER IL MILAN UNA PARTITA DIFFICILE, SIAMO STATI PERFETTI”

GASPERINI A SKY: “PER IL MILAN UNA PARTITA DIFFICILE, SIAMO STATI PERFETTI”

Giampiero Gasperini (fonte foto: www.pianetahellas.net)
Giampiero Gasperini (fonte foto: www.pianetahellas.net)
E’ un Giampiero Gasperini al settimo cielo quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria contro il Milan: “Abbiamo la consapevolezza di fare prestazioni importanti in certe partite, e di dare soddisfazioni al nostro compito. La classifica è inaspettata, ma questi punti sono meritati. Dopo il gol abbiamo avuto un momento di esaltazione e invece di continuare a giocare i ragazzi hanno iniziato a giocare individualmente. Per il Milan è stata una partita difficile oggi, perchè noi abbiamo fatto tutto al meglio”.Su Sturaro: “E’ un giocatore importante e ancora giovane, ha ancora tanti margini crescita è un giocatore di livello ipmortante. Lo dobbiamo ridare alla Juve? Si”La classifica: “Parlare di salvezza a quattro giornate dalla fine del giroe d’andata non serve, se non sveniamo i punti per salvarci li facciamo, però non ci diamo nessun obiettivo, volgiamo sol continuare così. Ci siamo misurati con squadre importanti, ma il campionato resta difficile, cerchiamo solo di ottenere il massimo anche sulle ali dell’entusiasmo”.Su Diego Perotti: “E’ un giocatore da grande squadr e lo era nel Siviglia, ha avuto due anni difficili, ma adesso sta bene ed è tornato grande. Nel suo ruolo in Italia è sicuramente tra i migliori. Sa attaccare, sa difendere, vede il gioco, sa difendere la palla. Bisogna anche dare merito alla società che lo ha trovato a prezzo di salto, è uno di quei giocatori che ti fanno fare il salto di qualità. Abbiamo lavorato bene, ma ci sono valori tecnici importanti”.Su Bertolacci: “E’ un ragazzo di 23 anni, è da tanto in serie A, ma è ancora giovane. Quando sono arrivato aveva un ruolo poco definito, adesso sta giocando con personalità invece, ma non solo lui. Anche Sturaro, Perin e tanti altri. Devo dire che quando siamo arrivati quarti con 68 punti, erano tanti. C’erano Milito e Motta, era un campionato diverso, devo dire che questa squadra forse è più completa, poi vedremo a fine campionato se è più forte o meno. Difficile pensare a livello di punti di ripetersi però”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy