GALLIANI: “BERLUSCONI E’ UN MOTIVATORE UNICO, HA UN FEELING SPECIALE CON INZAGHI. LA MIA PASSIONE PER LA JUVE…”

GALLIANI: “BERLUSCONI E’ UN MOTIVATORE UNICO, HA UN FEELING SPECIALE CON INZAGHI. LA MIA PASSIONE PER LA JUVE…”

Commenta per primo!

Adriano Galliani (fonte: milanday.altervista.org)
Adriano Galliani (fonte: milanday.altervista.org)
Adriano Galliani ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera in edicola oggi, nel quale parla di Silvio Berlusconi, della sua passione giovanile per la Juventus e del rapporto tra Inzaghi ed il presidente.Sulla passione giovanile della Juventus: “E’ finita presto, da ragazzino. La mia squadra del cuore è sempre stata il Monza. I monzesi non si sentono milanesi, quindi in molti per contrapposizione tifano Juve. E’ un fatto che trae origine dalla storia: Monza è l’unica città della diocesi di Milano che segue il rito romano e non ambrosiano. E’ stata capitale dei longobardi, ha ospitato il re, era democristiana quando la periferia di Milano era rossa. Insomma, ha sempre difeso un’identità non milanese”.Sul presidente Berlusconi: “Nessuno più di me conosce la capacità di motivare gli uomini di Silvio Berlusconi. Ricordo l’effetto che, 35 anni fa, mi facevano gli incontri con lui: uscivo da Arcore e volavo. Immagino che ai giocatori stia succedendo lo stesso”.Sul rapporto Inzaghi-Berlusconi: “Un feeling speciale che c’è sempre stato. E’ una cosa epidermica. Prima della finale di Atene, Berlusconi chiamò Inzaghi e gli predisse che avrebbe fatto due gol. In quella vigilia Pippo non stava in piedi. L’avevo anche detto ad Ancelotti: ‘Ma non è meglio far giocare Gilardino?’. E Carlo ‘Ma magari domani segna’”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy