EL SHAARAWY A SKY: “STO RECUPERANDO BENE. INZAGHI? DATEGLI TEMPO”

EL SHAARAWY A SKY: “STO RECUPERANDO BENE. INZAGHI? DATEGLI TEMPO”

Stephan El Shaarawy, attaccante del Milan
Stephan El Shaarawy (Fonte foto: www.goal.com)
Stephan El Shaarawy è uno dei tantissimi assenti di questa travagliata stagione rossonera, il “Faraone” si è fermato per una frattura al piede e dovrà stare ai box ancora a lungo. Sky Sport ne ha approfittato per una lunga intervista, ecco le parole dell’attaccante rossonero: “Sto meglio, sto recuperando. E’ una situazione che ho già vissuto, per questo sono più sereno rispetto al primo infortunio”.La terapia: “Al mattino faccio lavoro specifico sul piede a Milanello, poi mangio e se c’è la possibilità gioco a biliardo con qualcuno. Alla fine vinco sempre io, ma anche Montolivo, Albertazzi e Poli sono molto bravi come lo era anche Seedorf. Il pomeriggio torno a casa e organizzo i miei vari impegni assieme a mio fratello”.L’esperienza al Milan: “Passare dal Padova al Milan è stato molto bello, mi sono dovuto adattare subito ad una nuova realtà e nei primi due anni credo di averlo fatto molto bene. Il momento più bello per me è stato nel 2012/2013, quello più difficile è stato l’ultimo quando tutti questi infortuni mi hanno bloccato. Nei primi due anni ho avuto la fortuna di allenarmi con grandi campioni e sono cresciuto molto come giocatore, in questo periodo invece sono cresciuto come uomo, gli infortuni mi hanno temprato”.Il Milan: “Non siamo continui, passiamo da grandi prestazioni contro grandi squadre a stop contro squadre piccole. La partita di domenica è stata importante, dobbiamo ripartire da li per fare più punti possibili, possiamo ancora arrivare in Europa”.Inzaghi: “Anche per lui deve essere molto dura, è al suo primo anno su una grande panchina, gli serve solo del tempo. E’ un grande allenatore, con idee chiare e passione, oltre ad essere un grande uomo”.La famiglia: “Savona è casa mia, il posto dove sono cresciuto e dove sono semplicemente Stephan, appena posso ci torno. Mio padre poi ha fatto grandissimi sacrifici per farmi diventare un calciatore, è stata la persona che mi ha aiutato di più. Sono molto legato anche al mio primo allenatore, mia h insegnato a giocare, mi ha detto che sarei arrivato in Serie A. Tengo molto anche all’allenatore che mi ha portato al Genoa”.Ancora sul Milan: “Il Milan e San Siro li vedevo dalla televisione, per me è un sogno essere arrivato qui. Amo ancora il Milan e voglio tornare grande per me stesso e anche per la squadra, anche adesso voglio tornare protagonista come due anni fa”.Kakà: “E’ sempre stato un mio idolo e mi hanno fatto piacere i paragoni con lui, incontrarlo ha confermato le mie aspettative, non è solo un grande giocatore, è anche un grande uomo”.Mercato: “Le voci fanno piacere, ma io penso solamente al Milan”.I social: “E’ giusto avere un contatto diretto con i tifosi, per questo li uso spesso”.Le critiche: “Nell’ultimo periodo ne sono arrivate tante, ma sono arrivate anche molte cattiverie che mi hanno fatto male. Metto tanta passione nel mio lavoro e so bene cosa ho passato, leggere certe cose mi ha ferito”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy