DONADEL A MC: “IL MILAN MI HA FORMATO COME UOMO E CALCIATORE”

DONADEL A MC: “IL MILAN MI HA FORMATO COME UOMO E CALCIATORE”

Marco Donadel, fonte foto introsport.it
Marco Donadel, fonte foto introsport.it
Queste le dichiarazioni rilasciate in collegamento dal Canada a Milan Channel da Marco Donadel, cresciuto nel Settore giovanile rossonero (ha esordito in A con il Milan nel 2001), giocatore importante della Fiorentina con 219 gare ufficiali dal 2005 al 2011 e attualmente in forza al Montreal Impact:“Milan e Fiorentina sono state le due squadre più importati. Il Milan mi ha formato come uomo e calciatore, ho avuto dei grandi maestri ed è stata una fase della mia vita importantissima. Il Milan troverà una Fiorentina diversa da quella dell’ ultima stagione, sarà una gara difficile perché giocare a Firenze  è complesso. Poche squadre vincono.  Sarà una squadra diversa, meno possesso palla ma tantissima pressione. Sarà una partita di altissimo livello, potrebbe sembrare una battaglia a momenti. Tutte e due le squadre vogliono fare la partita, alzare il ritmo e mettere l’altra squadra  in difficoltà.”“Ho un ricordo bellissimo di Sinisa a Firenze. Si è visto subito il suo grandissimo carisma, a noi trasmetteva tantissimo ed è molto bello quando un allenatore trasmette anche la sua voglia di voler vincere ai giocatori. Sapevo già dai tempi di Firenze che sarebbe venuto fuori nonostante le critiche iniziali e poi con la Sampdoria ha dimostrato tutto il suo valore.””E’ un calcio molto diverso quello canadese, ti puoi aspettare da un avversario qualsiasi giocata. I ritmi sono alti e ci sono tantissime nazionalità, quindi diventa poi difficile poi conoscere tutti e diventa difficile proprio per questo preparare le partite.””Della Fiorentina mi incuriosisce il mister che ha fatto belle partite in estate anche se la Serie A è diversa e difficile e poi gli altri giovani che stanno venendo fuori e potranno dare una grande mano alla squadra. Il Milan si sta rifondando, credo che farà altri acquisti, ha voluto dare un grande segnale. Penso al ritorno di Montolivo, a Luiz Adriano e allo stesso Cerci, credo che tutti potranno dare una grande mano alla squadra e se seguiranno il mister credo che il Milan tornerà a grandissimi livelli.”Fonte: acmilan.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy