CRAC PARMA, ECCO I GIOIELLI IN VETRINA

CRAC PARMA, ECCO I GIOIELLI IN VETRINA

Gabriel Paletta (Fonte foto: urbanpost.it)
Gabriel Paletta (Fonte foto: urbanpost.it)
Lo spettro del fallimento aleggia in quel di Collecchio.Parma in crisi nera, nel gioco, nella classifica ma soprattutto nelle finanze. Pendenze di stipendi, tasse, altre spese non coperte, più irregolarità amministrative riferite alla stagione 2013-14.Secondo alcuni addetti ai lavori il Parma è indebitato fino al collo, si vocifera anche di 60/100 milioni di euro: problemi nascosti per anni sotto il tappeto e ora tutto viene a galla. Molto probabilmente la squadra emiliana non riuscirà ad evitare una penalizzazione tra febbraio e marzo per mancati pagamenti Irpef e di stipendi.Ed è qui che i falchi e gli avvoltoi approfitteranno sicuramente della situazione, cercando di portar via dalla società di Ghirardi i profili migliori ma anche i gioielli che stanno per esplodere. Situazione davvero delicata e difficile da sbrogliare.In questo contesto, infatti, Parma diventa terra di conquista. Sono molti i gioielli in vetrina, sia tra i più affermati che tra quelli meno noti ma in rampa di lancio.Paletta, ad esempio. L’italo-argentino al centro del mercato lo scorso anno prima del Mondiale, sembra poter tornare in auge, e potrebbe essere preso a cifre molto più ragionevoli di quelle che giravano in passato. Il Milan sembra essersi fiondato su di lui, convinto di poter prendere un ottimo elemento a basso prezzo.In seconda battuta, la rosa parmense espone l’usato sicuro Galloppa, che sembra essere un buon elemento come alternativa per ogni tipo di centrocampo. O Afriyie Acquah, centrocampista 22 enne ex Palermo e Hoffenheim, paragonato ad un giovane Essien.Tra le nuove promesse, si  passa poi ai baby Mauri e Cerri, che davvero potrebbero essere le idee più interessanti.Josè Mauri è un 18enne argentino di grande prospettiva, centrocampista centrale, con una buona tecnica e molto dinamico, soprattutto negli inserimenti. Ricorda molto Parolo.Diciotto anni anche per Alberto Cerri, ragazzo prodigio, nuovo golden boy italiano con una manciata di minuti in A e ora in prestito in B al Lanciano condite da 9 gare e 4 gol.Tante occasioni, tante idee da non farsi sfuggire. Il Milan, come le altre grandi società, monitora la situazione e non si farà cogliere impreparato se le opportunità saranno davvero ghiotte. Galliani insegna: e quando arriveranno i giorni del Condor…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy