CORSERA – PRES. FONDAZIONE FIERA: “IL MILAN DISATTENDE GLI IMPEGNI PRESI”

CORSERA – PRES. FONDAZIONE FIERA: “IL MILAN DISATTENDE GLI IMPEGNI PRESI”

Commenta per primo!

Il progetto del nuovo stadio rossonero (fonte foto: acmilan.com)
Il progetto del nuovo stadio rossonero (fonte foto: acmilan.com)
Il Milan, nei giorni scorsi, ha inviato una lettera a Fondazione Fiera con la quale ha ritrattato le proprie condizioni per la costruzione del nuovo stadio dopo il bando vinto dai rossoneri per riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 della Vecchia Feria. Queste le parole, riportate dal “Corriere della Sera” del presidente della Fondazione, Benito Benedini: “Fondazione Fiera Milano, che rappresento, ha assegnato l’incarico per la riqualificazione del Portello alla fine di una lunga selezione. E non su mere ipotesi ma su impegni scritti di Ac Milan, proposti e firmati dall’amministratore delegato, la dottoressa Barbara Berlusconi. I costi di bonifica? Ac Milan con lettera del 2 luglio 2015 si accollava l’intera spesa senza alcuna eccezione. Quest’ impegno, insieme ad altri punti qualificanti che ora il club disattende, erano conditio sine qua non per l’assegnazione dell’incarico. I punti qualificanti che ora il club disattende erano per la Fondazione requisiti indispensabili. Avrei apprezzato, da parte di Barbara Berlusconi, una telefonata che mi spiegasse il cambiamento delle decisioni che loro avevano già preso… ma capisco il Suo imbarazzo. E anche quello, ne sono sicuro, del presidente Silvio Berlusconi. Il Milan dice che non dovrebbe pagare penali? Definire questa materia sarà compito degli studi legali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy