CORSERA – MR. BEE NON CONVINCE, BERLUSCONI CORTEGGIA ZONG QINGHOU

CORSERA – MR. BEE NON CONVINCE, BERLUSCONI CORTEGGIA ZONG QINGHOU

Zong Qinghou (fonte foto: scmp.com)
Zong Qinghou (fonte foto: scmp.com)
In attesa che a parlare sia, di nuovo, il campo, in casa Milan si guarda con interesse sempre maggiore alle questioni societarie. La proprietà ha firmato, come noto da tempo, una lettera d’intenti con Bee Taechaubol, una lettera che però non vincola completamente il club rossonero che continua così la sua caccia ad altri possibili investitori. Come sottolinea oggi “Il Corriere della Sera”, il broker thailanese e la sua proposta non convincono a fondo il Milan e la Fininvest, scettici per la scarsa disponibilità economica del finanziere.Ecco allora la soluzione: puntare anche su altri possibili acquirenti, in particolare su Zong Qinghou. L’uomo più ricco di Cina, Hong Kong esclusa con un patrimonio personale di 11,6 miliardi di dollari è il numero 1 della Coca Cola cinese e la sua “Future Cola” è una delle bevande più diffuse nel paese. Zong, al contrario di Bee, avrebbe immediatamente la liquidità per sia per dare a Silvio Berlusconi quanto chiesto per la cessione, sia per investire in maniera pesante sulla squadra. Il piano, anche in questo caso, prevederebbe un ingresso con il 30% delle quote, per poi salire al 75% nel giro di 3 anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy