CORSERA- MILAN SENZA GIOCO E SENZA FANTASIA

CORSERA- MILAN SENZA GIOCO E SENZA FANTASIA

fonte foto: sportmediaset.mediaset.it
fonte foto: sportmediaset.mediaset.it
Per l’edizione odierna de Il Corriere della Sera Mario Sconcerti evidenzia la differenza vista ieri in campo a San Siro: Milan consapevole della sua inferiorità che ha da subito deciso di non attaccare prendendosi soltanto i pochi contropiede concessi dalla Juventus che dal canto suo si è dimostrata una squadra tranquilla ed in controllo del match. Da parte del Milan tanta buona volontà, ma zero gioco e zero fantasia: squadra poco definita entrata in campo già con la consapevolezza di perdere. “Sotto questo aspetto-spiega Sconcerti- è stata la sconfitta peggiore perché evidente e perché si era cercato di tenerla lontana nel modo più difensivo possibile”. Il problema? Ecco la risposta: “La difficoltà vera di Inzaghi è stata la solitudine di De Jong davanti alla difesa. La Juve ha centrocampisti che si inseriscono, De Jong ha finito per fare lo stopper in mezzo a Pereyra, Pogba e Marchisio che entravano tutti nella sua posizione. De Jong ha risolto decidendo di aspettarli tutti ma ha finito fatalmente per non prendere nessuno”. Un Milan non all’altezza, per il momento di Roma e Juventus, ma nemmeno del Napoli, secondo il Corriere, che avrà modo di rifarsi con le più piccole.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy