CORSERA – MEXES: “IL MILAN VOLEVA MANDARMI VIA. INZAGHI? PRIMA CI HO DISCUSSO, POI MI HA DATO FORZA”

CORSERA – MEXES: “IL MILAN VOLEVA MANDARMI VIA. INZAGHI? PRIMA CI HO DISCUSSO, POI MI HA DATO FORZA”

Commenta per primo!

Philippè Mexès, difensore centrale rossonero (Fonte: m.goal.com)
Philippè Mexès, difensore centrale rossonero (Fonte: m.goal.com)
Mexes, difensore centrale del Milan che nell’ultimo derby finito in pareggio ha indossato la fascia da capitano, ha rilasciato una lunga intervista all’edizione odierna del “Corriere della Sera”. Il numero 5 rossonero ha toccato tanti argomenti, dalla sua mancata cessione al rapporto con Inzaghi.Sulle sue panchine di inizio stagione: “Non so se sono finito fuori rosa perché l’estate scorsa ho rifiutato ogni trasferimento. E’ vero però che la società ha preso dei giocatori nel mio ruolo con lo scopo di mandarmi via. Inzaghi è stato chiaro dall’inizio, mi ha detto che avrei avuto meno spazio perché di centrali ce n’erano tanti e qualcuno più giovane di me. Era stato riscattato Rami e era stato preso Alex, che ha la mia stessa età. E’ stato come ricevere un colpo in testa”.Su Inzaghi: “Alla prima esclusione dalla lista dei convocati, in occasione del Trofeo Tim, ho avuto una discussione con l’allenatore, era una situazione difficile da accettare. Non sapevo cosa replicare, non mi andava di sottolineare che ero più bravo di questo o quello. Poi però nel corso delle settimane, pur non venendo utilizzato, il mister mi ha preso come esempio dicendo che alla mia età e con la mia carriera alle spalle ero sempre lì a lavorare in gruppo. Questo attestato di stima mi ha dato un po’ di forza, anche se era doloroso restare a casa quando la squadra cominciava e poi guardare in tv i compagni giocare”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy