CORSERA-LO SCIOPERO DEL TIFO: LA CURVA SUD SCEGLIE LA LINEA SOFT

CORSERA-LO SCIOPERO DEL TIFO: LA CURVA SUD SCEGLIE LA LINEA SOFT

Curva Sud (fonte foto: pianetamilan.it)
Curva Sud (fonte foto: pianetamilan.it)
Il comunicato postato dalla Curva Sud venerdì lo aveva annunciato: i tifosi non si sarebbero presentati in curva invocando maggiore trasparenza da parte della società che negli ultimi anni ha compiuto scelte poco trasparenti. Le proteste si sono rincorse sui social e i tifosi hanno invitato tutti a boicottare il Milan Store e Casa Milan.  Era solo un anno fa, il 16 marzo-si legge sulle pagine del Corriere della Sera-: la contestazione della curva fuori dal tunnel di San Siro; la delegazione di capi ultrà che ottiene rassicurazioni da Seedorf sul futuro, Balotelli che promette impegno, i tifosi che chiedono la cacciata di Galliani. La protesta iniziata prima del match continuò dopo il 90’ portandosi dietro la rabbia di un sonoro 1-4. Ma memori delle 35 denunce (e 33 Daspo) recapitate in quell’occasione, stavolta la curva ha scelto la linea soft: un’improvvisata decisa in tre giorni. Nessuno è stato costretto a non assistere alla partita e, dietro lo striscione “Game Over- Insert Coin and #SaveAcMilan” qualcuno si è presentato. In pochissimi per non far si che San Siro non calasse in un silenzio spettrale. Forse però questo silenzio ha permesso di apprezzare il tifo più bello: quello dei bambini al primo anello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy