CORSERA – INZAGHI VIA A GIUGNO, COL GENOA SERVE LA VITTORIA PER EVITARE L’UMILIAZIONE

CORSERA – INZAGHI VIA A GIUGNO, COL GENOA SERVE LA VITTORIA PER EVITARE L’UMILIAZIONE

Pippo Inzaghi, tecnico milanista (Fonte: www.ilsole24ore.com)
Pippo Inzaghi, tecnico milanista (Fonte: www.ilsole24ore.com)
Solo un’illusione. Tale viene definita dal Corriere della Sera in edicola stamane la serie di quattro partite senza sconfitte che aveva recentemente inanellato Filippo Inzaghi. Già, perchè ieri sono tornati a galla tutti i problemi e i limiti di un Milan inconsistente. I sogni del mister rossonero potevano già finire ieri: solo le vicende societarie che coinvolgono Berlusconi hanno fatto posticipare l’esonero. Posticipare perchè a giugno Inzaghi saluterà certamente Milanello. Stramaccioni stravince il duello tra allenatori giovani, e anche in campo la differenza è netta. Il Milan è pallido, i bianconeri sono vivaci sin dalle prime battute, ma mancano solo di un filo di concretezza. Che trovano nella ripresa, quando Pinzi prima e Badu poi affossano i rossoneri. Una caduta verticale: padroni di casa superiori anche fisicamente, il Milan è piatto e non reagisce. Sarà chiamato a farlo mercoledì: il vecchio eroe dell’area di rigore non può subire l’umiliazione dell’esonero in corsa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy