CORSERA- INZAGHI, PAROLE DI ELOGIO PER TUTTI

CORSERA- INZAGHI, PAROLE DI ELOGIO PER TUTTI

Pippo Inzaghi durante l'allenamento a Milanello (acmilan.com)
Pippo Inzaghi durante l’allenamento a Milanello (acmilan.com)
Altro che crisi, quello visto ieri in conferenza stampa a Milanello è un Pippo Inzaghi ottimista che ci tiene ad elogiare lo spirito dei sui giocatori. Che siano stati sin qui quasi sempre in tribuna- si legge tra le pagine del Corriere della Sera- e assaggino l’esordio stagionale contro la Sampdoria solo per altrui forfait (Alex e Abate sono out, Zapata è rientrato solo ieri con il gruppo), come è il caso di Mexès («Non ho bisogno di motivarlo, è il primo agli allenamenti»), che appartengano alla categoria degli esclusi eccellenti, come Fernando Torres («Io credo molto in lui», dice l’allenatore, ma intanto lo manda in panchina), che vengano confermati nonostante l’evidente calo, come Honda reduce da raffreddore («È venuto a chiedermi cosa poteva fare in più per aiutare la squadra») o Ménez («Col Palermo ha provato a risolvere la gara da solo»), che, infine, proprio non riescano a esplodere, come El Shaarawy, bacchettato da Conte. «La frase del c.t. deve essere uno stimolo per fare meglio, Stephan dà tutto se stesso: doveva riposare dopo il trofeo Berlusconi e invece mi ha domandato se poteva allenarsi. A lui e a De Sciglio si chiede sempre la luna».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy