Cinque cose da leggere sul nuovo numero di “Forza Milan!”

Cinque cose da leggere sul nuovo numero di “Forza Milan!”

André Silva, Conti e Chicco Evani: questo e molto altro nell’imperdibile numero di maggio del giornale. Ecco cinque cose da leggere su “Forza Milan!”

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

LE RADICI DI UN CAMPIONE

A un mese dall’inizio del Mondiale, André Silva si racconta in esclusiva a «Forza Milan!». All’attesa per la grande competizione iridata (“Voglio aiutare la squadra ad essere un gruppo unito, dobbiamo essere convinti delle nostre possibilità e non andremo in Russia solo per divertimento”) si unisce l’amore profondo per la sua terra di origine: “Sono abituato a sentire il mare, a «respirare» il sale. In Portogallo ero solito passeggiare o andare in bicicletta sul litorale, è una cosa che un po’ mi manca. Ma le cose cambiano e bisogna sempre guardare avanti”.

CONTI PER L’ALTRA STAGIONE
Andrea Conti sarà il primo ‘acquisto’ della prossima stagione. Il forte difensore prelevato dall’Atalanta ha avuto la stagione pesantemente condizionata da due infortuni al ginocchio sinistro e non vede l’ora di tornare in pista come “Saetta McQueen”, la brillante auto da corsa di un celebre film d’animazione alla quale è stato paragonato da Carlo Pellegatti, per le sue grandi accelerazioni sulla fascia. L’affetto dei tifosi l’aiuterà a recuperare l’antico incanto e quando il profumo delle prime castagne avvolgerà l’aria di Milanello, lo rivedremo in campo.

RICORDI ROSSONERI E FUTURO AZZURRO
Una lunga chiacchierata con Chicco Evani, promosso alla guida della Nazionale Under 21 dopo i brillanti risultati ottenuti con l’Under 20 che ha condotto sul podio all’ultimo Mondiale di categoria. L’ex campione rossonero ha celebrato il trentennale della stagione conclusa col primo Scudetto dell’era Berlusconi“Per me resta il ricordo più bello della carriera perché fu un trionfo inaspettato, non eravamo ancora il Milan stellare che sarebbe comparso negli anni successivi”. Che fine hanno fatto gli eroi dell’88? Lo scoprirete leggendo questo articolo.

L’ORA DEGLI STACANOVISTI
Tra gli innumerevoli spunti offerti dall’Almanacco Illustrato del Milan, una particolare classifica che tiene conto delle presenze dei giocatori annata per annata. Quella che sta per concludersi andrà in archivio come una tra le più intense, con ben quattro rossoneri in grado di raggiungere o addirittura superare il traguardo delle 50 presenze stagionali. Il primo a riuscire nell’impresa fu il compianto Anquilletti nel 1957-58. Obiettivo centrato in tempi diversi anche da Franco Baresi e Paolo Maldini, i due storici capitani.

QUELLI DEL 68
Cinquant’anni fa il Milan centrò la prestigiosa accoppiata Scudetto-Coppa delle Coppe, avviando nel migliore dei modi il secondo ciclo sotto la guida di Nereo Rocco. A rivivere i fasti di quella storica annata è Giovanni Lodetti, uno tra i protagonisti dell’epoca che racconta come nacque il gruppo vincente: “Il Paròn riuscì a mettere in piedi un sistema che coinvolgesse tutti nel divertimento, nel piacere di lavorare in armonia stando nelle regole dettate da lui. Mai avvertita la gelosia nel nostro spogliatoio: sapevamo che c’era Rivera, e poi tutti noi. E le cose andarono a meraviglia”.

Fonte: acmilan.com

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Dalla Spagna – Falcao, futuro in MLS. Per lui ricca offerta da Atlanta

L’opinione – “Donnarumma erede di Buffon? Non se fa questi errori”

Mirabelli incontra Riso. Spunta Baselli la mediana del Milan

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy