BERLUSCONI, MILLE DUBBI. I TRE SCENARI POSSIBILI

BERLUSCONI, MILLE DUBBI. I TRE SCENARI POSSIBILI

Un indeciso Silvio Berlusconi (reporternuovo.it)
Un indeciso Silvio Berlusconi (reporternuovo.it)
Ad un passo dalla svolta epocale. Ma come spesso avviene prima di una scelta decisiva e fondamentale, si pensa, si riflette e si valutano le soluzioni. E’ questa la situazione in cui si trova in queste ore Silvio Berlusconi, vicino a lasciare la presidenza rossonera dopo 29 anni che hanno portato i colori meneghini sul tetto più alto d’Europa e del mondo diverse volte.DA MR. BEE… La prima soluzione del Cavaliere è quella più calda, e prevede la cessione a Bee Taecahubol, conosciuto in patria come Mr. Bee. Broker thailandese, è interessato al Milan da oltre un anno e punta ad espandere il glorioso marchio rossonero in Medio Oriente, dove nomi come Van Basten, Maldini, Kakà e Shevchenko fanno brillare gli occhi a molti tifosi asiatici. In questi giorni Taechaubol è a Milano: ieri avrebbe dovuto incontrare Berlusconi, ma è saltato tutto e la situazione è ancora in stallo: oggi il tira e molla con il patron non ha portato a nulla, se non al nuovo slittamento, con l’incontro ad Arcore fissato per domani. Il broker thailandese sembra in vantaggio: l’offerta è di 500 milioni per il 51%, metà pagati subito, metà in tre mesi. Provvederebbe a risanare i debiti e a portare liquidità fresca per il calciomercato. Alle spalle ci sono investitori cinesi, una banca ad Abu Dhabi e soprattutto il fondo Doyen. Il problema maggiore riguarda la volontà di Berlusconi: il Presidente è scettico e vuole assicurarsi delle garanzie finanziarie e progettuali che Taechaubol intende portare.…A MR. LEE La seconda soluzione è probabilmente quella prediletta da Berlusconi e riguarda la cordata di Richard Lee. Magnate cinese, sta agendo in gran segreto. Ad ottobre è stato ospite di Berlusconi a San Siro, ma da lì in poi i suoi movimenti sono rimasti pressochè nascosti. Come Bee Taechaubol, anche lui non è un magnate capace di investire una cifra simile (si parla di oltre un miliardo di euro) ed è quindi supportato da diversi investitori cinesi. Le garanzie finanziarie e progettuali sono decisamente più stabili ed ecco il motivo per cui Berlusconi preferirebbe questa soluzione. Nelle ultime ore, nonostante la presenza di Taechaubol a Milano, Mr. Lee potrebbe aver agito nuovamente di nascosto, rilanciando con una nuova offerta.SCELTA DI CUORE Terza ed ultima soluzione è la più suggestiva, quella che forse attrae alcuni tifosi ‘datati’ del Milan. In mattinata è infatti circolata la voce di una possibile mancata cessione. Berlusconi non è convinto fino in fondo e non vorrebbe abbandonare da perdente, sconfitto. Vuole tagliare il traguardo dei 30 anni alla guida del Milan. Questa scelta pare essere supportata anche da Barbara Berlusconi. L’ad ha smentito questo ‘malcontento’ proprio oggi, ma il fatto che la sua posizione – con un entrata in società di investitori stranieri – posta vacillare è evidente.Insomma, l’ora della verità è vicina. Ma di verità c’è tanto e c’è poco. C’è molto mistero, ma c’è voglia, da parte di tutti quanti – investitori, compratori, venditori, tifosi – di vedere davanti agli occhi il Milan tornare ai fasti di un tempo. Occhi a mandorla? Domani sarà decisiva.Luca Fazzini (Twitter: @_lucafazzini)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy