BENITEZ: “ECCO COSA DISSI NELLO SPOGLIATOIO AD ISTANBUL”

BENITEZ: “ECCO COSA DISSI NELLO SPOGLIATOIO AD ISTANBUL”

Rafa Benitez (fonte foto: serieanews.com)
Rafa Benitez (fonte foto: serieanews.com)
Istanbul, 25 maggio 2005. Per Benitez ed i tifosi del Liverpool fu una notte da non dimenticare, una di quelle che entrano di diritto tra le leggende del calcio; per il Milan ed i rossoneri fu invece un incubo. Bastò un vuoto ed il Milan si fece rimontare il vantaggio di tre gol che aveva portato a casa nel primo tempo. Intervistato a Gazzetta Tv da Paolo Condò, Rafa Benitez, che allora guidava i Reds, ha svelato il discorso che fece negli spogliatoio e che cambiò poi le sorti della partita. “Avevo scritto 2-0 sul quaderno – riporta goal.com- e mi stavo alzando per correre nello spogliatoio, preparando un discorso difficile e per di più in inglese. Non lo parlo in modo fantastico oggi, figuriamoci dieci anni fa. Ecco, proprio in quel momento il Milan segna il 3-0. Tutto diventa ancora più difficile…”.”I giocatori erano tutti seduti con la testa bassa – ricorda ancora Benitez – e io ordinai loro di alzarla perché avevano lavorato tanto per arrivare fin lì, e non aveva senso arrendersi dopo 45 minuti. Dissi di provare a segnare un goal, perché così la partita si sarebbe riaperta e i nostri tifosi avrebbero fatto il resto. E’ quello che successe: un cambiamento tattico – portai a tre la difesa – la classica mentalità del giocatore del Liverpool e l’appoggio dei tifosi perché per loro non è mai finita finché non è finita. Fu sufficiente“. Il resto è cosa nota: il Liverpool vinse, ma due anni dopo il Milan si vendicò ad Atene.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy