BATTISTINI: “INZAGHI? PER ALLENARE IL MILAN SERVE ESPERIENZA. NON TUTTI SONO GUARDIOLA…”

BATTISTINI: “INZAGHI? PER ALLENARE IL MILAN SERVE ESPERIENZA. NON TUTTI SONO GUARDIOLA…”

Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Per commentare il momento di difficoltà del Milan, Sergio Battistini è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com. L’ex centrocampista rossonero ha analizzato i problemi della squadra: “Ciò che balza agli occhi è che manca una fisionomia di gioco, il Milan cambia troppo spesso sistema, a differenza delle avversarie che hanno quasi sempre un loro dna. Deve trovare la quadratura e dare fiducia a quegli otto-nove undicesimi per portare avanti un certo ragionamento tecnico-tattico. Cambiando sempre diventa problematico. Se hai qualità e riesci a metterle al servizio della squadra, i risultati poi arrivano. Faccio però un’altra riflessione: Seedorf giocava a calcio e poi l’anno scorso dal giorno alla notte è diventato allenatore. Ma è difficile inventarsi nuovi Guardiola. Per arrivare a certi livelli l’esperienza è necessaria”.Su Inzaghi dunque, attuale tecnico del Milan: “Inzaghi ha vinto l’anno scorso il Torneo di Viareggio con la Primavera e ora è alla guida della prima squadra ma ai miei tempi per allenare i rossoneri servivano dieci anni di gavetta. La stagione scorsa ha pagato Seedorf, adesso mi auguro che Inzaghi superi questo momento, ma servono quelle spalle larghe che si creano con il tempo trascorso in panchina. Col Palermo ho visto un Milan che ad un certo punto giocava con 3-4 punte, ma il centrocampo deve costruire e far filtro. Domenica sera il centrocampo non c’era e le punte restavano ferme. Così i difensori non sapevano a chi dare palla. Se non sali con il centrocampo o con gli esterni diventa dura. Il problema non si risolve buttando la palla in avanti, con gli attaccanti che tra l’altro sono spalle alla porta”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy