PAROLA AL TIFOSO – PROMESSE, PROMESSE E SOLTANTO PROMESSE…

PAROLA AL TIFOSO – PROMESSE, PROMESSE E SOLTANTO PROMESSE…

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporters rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Michele Bruno, appartenente al gruppo facebook ‘’Clan Rossonero‘:Promesse, promesse e soltanto promesse. Secondo alcune interviste di Berlusconi, il presidente rossonero, fa forse capire che non è affatto intenzionato a vendere la maggioranza, ma che al massimo, voglia qualche socio di minoranza, oltre a dire che lui prenderà le decisioni per il bene del Milan.Bene, oltre al fatto che 500 milioni per le quote di minoranza è una cifra folle, che solo un altro folle possa comprarle, possiamo dire che il bene del Milan sarebbe cambiare radicalmente. Ossia: società-dirigenza-allenatore-calciatori. Insomma, tutto!Quindi siamo seri, di che bene parliamo?! Nessun bene, solo quello economico e “visivo”, null’altro. Notando che la vendita della società non sembra più tanto scontata, ma anzi, come negli altri anni si fanno tanti nomi, ma la concretezza è pari a zero, possiamo solo citare le parole dell’AD Adriano Galliani, che promette ancora una volta, un mercato da top. Ma per l’appunto, promesse, promesse e soltanto promesse.Son 4 anni ormai che si promettono grandi stagioni, si promettono grandissime annate, poi però smentite miseramente dai fatti che tutti i tifosi rossoneri conoscono. Tra mercati di parametri zero, finte promesse, oppure reali promesse poi girate ad altre squadre (Saponara su tutti), stagioni pessime con l’arrivare in Champions per il rotto della cuffia, il tifoso del Milan ormai non ci crede più.Per fare un esempio, a Gennaio il centrocampista atalantino Daniele Baselli sembrava ad un passo dal Milan. Improvvisamente si sentono voci di un suo imminente approdo al Villarreal, com’è successo con tanti calciatori, anche più “popolari” del centrocampista sopracitato.Altro esempio: Carlos Tevez. Pagato dalla Juve un pugno di mosche (ovviamente per l’ambiente del calcio, 9 milioni), noi invece preferimmo spenderne di più per Matri (ben 12). Questi sono solo degli esempi per sottolineare gli errori di questa dirigenza, che ormai non fa più una reale programmazione da anni, ma soltanto promesse mai mantenute.Come ho detto tante volte, il tifo milanista è stanco. Vogliamo tutti (tranne lecchini e sottomessi) che Berlusconi venda il Milan, o che mantenga almeno questa volta le promesse fatte. Siamo stanchi, stufi! Troppe prese in giro, troppi “giocatori” che insultano la maglia per credere ancora alle fandonie di una famiglia, che ormai non tiene più al bene del Milan. Ormai le partite vengono guardate solo per amore della maglia, nemmeno più per qualche calciatore. Perché quelli non sono calciatori, sono un insulto per la maglia rossonera.Via la famiglia Berlusconi dal Milan!Michele Bruno, admin Clan Rossonero su Facebook.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy