PAROLA AL TIFOSO – MILAN, ECCO IL TUO OBIETTIVO: VINCERE E CONVINCERE

PAROLA AL TIFOSO – MILAN, ECCO IL TUO OBIETTIVO: VINCERE E CONVINCERE

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporter rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Luigi Mele, appartenente al gruppo facebook ‘Amanti del Milan‘:Nelle prossime partite, i giocatori rossoneri dovranno dare il meglio di se stessi, perché è finita la parte passiva del Milan. E’ tempo di cambiamenti! Servono punti e vittorie per rialzare la testa, per cercare di aggiustare una stagione che era guasta già prima che incominciasse. Bisogna dare fiducia a tutti coloro che ogni benedetta domenica vanno allo stadio per sostenere la squadra che hanno tifato sin da piccoli, bisogna dare un’identità alla squadra. E, se Filippo Inzaghi non ci riesce, ringraziamenti e licenziamenti, bisogna tracciare delle linee da seguire su tutti gli aspetti possibili e immaginabili di una società: calciomercato, progetti, scout sparsi per tutto il mondo alla ricerca di talenti cristallini, dipendenti che fanno il loro dovere come devono, uno staff a livello dell’ambiente rossonero. Tutti fenomeni che, se seguiti, farebbero la felicità dei tifosi rossoneri del mondo.Per vincere e convincere, si deve saper vincere e convincere. Ma, per saper vincere e convincere, c’è bisogno di una persona che sappia trasmettere ai propri ragazzi le proprie intenzioni e le proprie idee, una persona capace di cavarsela in situazioni difficili senza mettere a ridicolo la società. Un uomo capace di saper gestire situazioni complesse uscendone da signore, e soprattutto, cosa più importante e cosa assolutamente da non sottovalutare, una persona che ha le idee chiare sul tutto. Questa è il coach team.Filippo Inzaghi, negli ultimi mesi, non ha dimostrato di saper fare tutte quelle cose che sono di fondamentale importanza, se si vuole arrivare in alto e se si vuole ritornare ad essere grandi. Questa stagione sembra ormai malandata e mi sembra che quasi tutto l’ambiente sia propenso ad andare avanti con Pippo, ma quest’ultimo pare che abbia già pronte le valigie per la fine della stagione, e il prossimo anno dovrà essere sostituito da un grande coach, capace di trasmettere quell’animo accattivante e vincente (spirito che Seedorf aveva e sapeva trasmettere ai suoi ragazzi) per arrivare all’apice. I nomi sono vari, alcuni anche molto pesanti, ma l’importante è che ci sia una persona capace.Dolo l’aspetto “guida tecnica”, c’è una trama fondamentale per andare avanti. Un bravo allenatore, per essere definito tale, deve far saper giocare la sua squadra, deve far giocare i suoi ragazzi con quella convinzione e quella sicurezza che dalle parti rossonere manca ormai da anni. Ma un allenatore deve anche essere supportato da una società che lo segue, che lo stima, e che lo faccia sentire a proprio agio. Soprattutto deve ascoltare ed accettare le proposte sul calciomercato, perché è proprio il tecnico la persona che sa di quali persone ha bisogno, non la società. Quindi c’è bisogno di una società propensa ad accettare le richieste del presunto nuovo coach.Tutti parametri fondamentali per fare un passo avanti nella prossima stagione, ma la società rossonera sarà veramente così come nella descrizione ipotetica sopra effettuata? Noi tifosi speriamo di si!Luigi Mele

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy