PAROLA AL TIFOSO – MILAN, DA SACCHI AD OGGI. ECCO LA TRISTE INVOLUZIONE

PAROLA AL TIFOSO – MILAN, DA SACCHI AD OGGI. ECCO LA TRISTE INVOLUZIONE

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporter rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Riccardo Sfascia, appartenente al gruppo facebook ‘Clan Rossonero‘:Leggendo, in questi giorni, il libro di Sacchi, che racconta della sua vita calcistica e non solo, il pezzo che mi ha colpito è quando parla del suo primo arrivo al Milan. Parlava di una società ben organizzata che aveva fame di vincere. L’esatto contrario di quella di oggi, fatta di improvvisazione, e che pensa solo a curarsi dei fasti degli anni passati. E’ anche vero che adesso i soldi son molti meno rispetto a 27-28 anni fa, ma saperli gestire dovrebbe esser una virtù sia in tempi grassi che in tempi magri!Per costruire quella squadra vincente, furono presi i giocatori, anche se non erano i “top player” come vengono chiamati oggi; servivano a costruire quel progetto, mentre quella di oggi è un’accozzaglia di nomi di giocatori di medio livello, costruita con interpreti che rispecchiano la mancanza di un’idea di gioco.Oramai questa stagione, lo dico in tono rassegnato, si avvia a concludersi al di sotto di come era stata annunciata. Per la prossima, cara società, noi tifosi non chiediamo nomi per riempirci la bocca, ma un’idea e un interprete – come furono Braida, Ramaccioni e Sacchi – che prendano o portino dalla primavera alla prima squadra i giocatori che siano funzionali al gioco attuato dall’allenatore del prossimo anno. Chiunque esso sia.Riccardo Sfascia 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy