PAROLA AL TIFOSO – DEGRADO MILAN, E’ CALMA PIATTA PURE A VERONA

PAROLA AL TIFOSO – DEGRADO MILAN, E’ CALMA PIATTA PURE A VERONA

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporter rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Pietro Riillo, appartenente al gruppo Milanistiblog
Mister Inzaghi chiedeva continuità. Continuità di risultati. Una continuità che sa tanto di di aria priva di profumi. Scialbi e senza sapore. Neanche fossimo un piatto cucinato da qualche dilettante cuoco di Masterchef.
Ma ripartiamo (ancora) da qui. Dall’ennesimo punto di partenza travestito da punto di arrivo. Ma chi ci crede più?!? Dai, siamo sinceri… Io, no!
Non credo a niente di quello che viene dichiarato da chicchessia di provenienza Milanello. Da tempo mi ritengo un “fiero” disilluso. Uno di quelli che ha preso ormai coscienza del periodo degradante della nostra Milano, e che vede e piange, in silenzio, senza alcun accenno di emozione.
Il Milan visto a Verona riporta ad un calcio visibile ogni sabato sui campi di Serie B. Dopotutto con la media punti del Milan di “Super” Pippo, la sfida ai gialloblu era tutt’altro che una formalità, anzi, ci ha regalato le non-emozioni che solo una sfida per la lotta retrocessione può regalare. Inconcludenti e svogliati (a parte il solito Jack e Diego tra i pali).
Che questo non sia il Milan, lo avevamo inteso da tempo, con quel miscuglio di magone in gola e rabbia opprimente che non si può esprimere a parole. Ora però abbiamo un certezza. Questo non solo non è il Milan, ma francamente non ha nemmeno le sembianze di una squadra di calcio!
Il cuore dei tifosi è sempre lì. Tra quei ricordi che ci pugnalano da dentro. Il rosso ed il nero sono una fede che va oltre i risultati. Siamo i tifosi più romantici, noi! E saremmo tifosi di questi colori anche in Serie D. Questo, però, qualcuno dovrebbe capire che non potrà mai giustificare la pazienza che ogni settimana viene messa alla prova da mille umiliazioni. Ultimamente si tifa solo perché quello è il ruolo del tifoso. Si ricordi, chi di dovere, che oltre a tifare, il tifoso, dovrebbe pur poter gioire di tanto in tanto.
Pietro Riillo

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy