PAROLA AL TIFOSO – DAL DERBY DEI ‘POVERETTI’ AL CONVINCENTE TRIONFO SULL’UDINESE. MILAN, IL TERZO POSTO NON E’ PIU’ UTOPIA

PAROLA AL TIFOSO – DAL DERBY DEI ‘POVERETTI’ AL CONVINCENTE TRIONFO SULL’UDINESE. MILAN, IL TERZO POSTO NON E’ PIU’ UTOPIA

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporter rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Milesi Giacomo, appartenente al gruppo facebook ‘Milan finché vivrò sarò al tuo fianco‘:Tralasciando la prestazione di domenica pomeriggio contro l’Udinese, vorrei tornare a soffermarmi su alcuni aspetti positivi e negativi della stracittadina scorsa. Quello a cui abbiamo assistito domenica 23 novembre non sarà certo archiviato come un derby indimenticabile. Anzi, può essere tranquillamente definito un derby tra “poveretti”, come lo ha giustamente descritto, la scorsa settimana, Fedele Confalonieri, n.2 di mediaset.E’ stato un match combattuto, certo, giocato con voglia da entrambe le formazioni. Ma sono venuti a mancare gesti tecnici e “pezzi di bravura” come siamo sempre stati abituati a vedere nelle stracittadine passate. Apparte la bellissima rete di Jeremy Menez, si è visto poco altro. E il loro pareggio è arrivato da un rinvio maldestro di Zapata e una conseguente mancata chiusura di Michael Essien.Diciamo, a parziale consolazione, che il Milan è andato più vicino al vantaggio rispetto all’Inter, le (poche) occasioni rossonere sono scaturite da azioni corali, come il tiro di El Shaarawy mandato maldestramente sulla parte alta della traversa. Le occasioni avversarie, invece, sono tutte frutto di disattenzioni rossonere, come il recidivo Muntari che ha mandato in porta Icardi ad inizio partita. Evidentemente quello che è successo contro il Chievo non ha insegnato niente.Capitolo singoli: Menez bene per il gol, ma tiene troppo palla e spesso pesta i piedi al compagno di turno. Bene, come al solito, Jack Bonaventura e buona prestazione, nonostante un erroraccio che poteva costare caro a fine partita, anche da parte di Mexes e De Sciglio.Su Torres, invece, c’è poco da dire. Il ragazzo non è brillante ma è altresì vero che si ritrova spesso spalle alla porta, la sua caratteristica migliore è cercare la profondità ma con un Menez che tiene palla cosi è pressochè impossibile servirlo.Tornando alla partita di ieri, siamo finalmente ad esprimere un buon gioco e a conquistare quei 3 punti di cui tanto avevamo bisogno. Ora sotto con le altre big, il terzo posto non è più utopia.Avanti ragazzi, forza Milan!!!Milesi Giacomo(Milan finché vivrò sarò al tuo fianco)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy