PAROLA AL TIFOSO – ASPETTANDO IL MERCATO, ECCO CERCI: L’ARJEN ROBBEN ROSSONERO

PAROLA AL TIFOSO – ASPETTANDO IL MERCATO, ECCO CERCI: L’ARJEN ROBBEN ROSSONERO

Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Parola al Tifoso (Fonte: pianetamilan.it)
Per la rubrica, ampiamente dedicata ai supporter rossoneri, “Parola al tifoso”, oggi pubblichiamo la lettera di Milesi Giacomo, appartenente al gruppo facebook ‘Milan finché vivrò sarò al tuo fianco‘:La sessione del mercato invernale è entrata nel vivo e le voci hanno cominciato ad impazzare. Il Milan e Adriano Galliani sono già attivi in prima linea. Alessio Cerci è il primo, e non crediamo l’ultimo, colpo di gennaio. Proprio per questo proviamo a conoscere nello specifico questo giocatore originario di Velletri.Cerci è un ala vecchio stampo, un “vintage” come si suol dire. Mancino che predilige la fascia destra, molto tecnico e veloce; queste caratteristiche gli hanno regalato il soprannome “Arjencerci” per la somiglianza in campo con lo straordinario fuoriclasse olandese, Arjen Robben. Molto prolifico (21 gol in 2 stagioni con il toro), ma a volte indolente e incostante, ha bisogno di sentire la completa fiducia attorno a sé. Difatti il meglio lo ha dato con mister Ventura, suo pupillo prima al Pisa e poi nel Torino, tanto che è arrivato fino alla nazionale dove ha disputato i mondiali infausti in Brasile nel 2014.L’avventura nell’Atletico Madrid, dove è approdato quest’estate, è durata solo 4 mesi nei quali il nostro esterno non ha mai avuto modo di mostrare le sue qualità. E’ un giocatore in grado di far fare un salto di qualità ad una squadra se stimolato e motivato, deve trovare un equilibrio caratteriale che lo porterebbe ad altissimi livelli. Mister Inzaghi ha, dunque, la fascia destra copertissima, bisognerà solo capire chi giocherà quando rientrerà dalla coppa d’asia Keisuke Honda.A mio modo di vedere, si potrebbe trattare di una semi-bocciatura per Stephan El shaarawy. Il rientro del samurai giapponese potrebbe dirottare Cerci sulla fascia sinistra con la conseguente – definitiva – esclusione del faraone dall’undici titolare. Oppure, se esplodesse il talento di Velletri, rimarrebbe lui in fascia destra con il Jack Bonaventura a sinistra e l’esclusione quindi sia di Honda che del faraone, fermo restando Jeremy Menez punta centrale.Ora abbiamo solo da attendere i prossimi fuochi d’artificio che si tradurranno nei nomi di Mattia Destro (con Pazzini in uscita) e Asier Ilarramendi, centrocampista del Real Madrid.Milesi Giacomo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy