Rivaldo: “Non è più il Milan di un tempo, senza campioni non si vince”

Rivaldo: “Non è più il Milan di un tempo, senza campioni non si vince”

Rivaldo ha parlato dello stato attuale dei rossoneri: “Il Milan era un grande club ma ora mancano i campioni. Neymar? Lasci il PSG, è un club senza storia”

di matteotesta

Rivaldo ha vinto con il Milan una Champions League e una Coppa Italia segnando 5 gol in 22 presenze nella stagione 2002-2003. Il fenomeno brasiliano ha parlato della situazione attuale del club di via Aldo Rossi e del Brasile che giocherà ai Mondiali 2018 in una intervista apparsa sull’edizione odierna della ‘Gazzetta dello Sport’: “Allora era un grande club, ma alla fine della prima stagione non ero contento perché giocavo poco e a dicembre me ne andai al Cruzeiro. Gattuso allenatore? Sinceramente non me l’aspettavo, ma per uno come Rino iniziare dal Milan è l’ideale. Certo non è più il Milan di una volta, mancano i campioni e senza di quelli non si vince”.

Sul paragone con Messi e Ronaldo:  “Io ero un giocatore diverso. Un po’ atipico. Un po’ centrocampista e un po’ attaccante, ma mi piaceva fare gol e ne ho sempre fatti tanti- – Adesso si gioca un calcio diverso, ma soprattutto ai miei tempi era più difficile primeggiare perché c’erano tanti campioni, mentre negli ultimi dici anni il Pallone d’Oro se lo sono sempre divisi Cristiano Ronaldo e Messi. Nel futuro forse ci sarà spazio anche per Neymar. Il giocatore più forte con cui ho giocato in un club? Kluivert. Con lui ci siamo davvero divertiti”.

Sul possibile trasferimento di Neymar: “Se non se ne va dal PSG Neymar non vincerà mai niente di importante. A cominciare dalla Champions League che è la competizione che conta di più. Il campionato francese è di un livello troppo basso rispetto a quello spagnolo e inglese. E lui gioca in un club senza storia”.

Sul Mondiale 2018: “Il Brasile del 2002? Quello era più forte. Anche perché noi avevamo Ronaldo, il più forte di sempre. La favorita per il Mondiale di Russia? Il Brasile”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

ESCLUSIVA PM – Prati: “Attacco deludente. A Donnarumma serve serenità”

Cutrone a Milan TV: “Contro la Fiorentina è come una finale per noi”

I giovani del Milan all’unisono: “Vogliamo il sesto posto”

AMARCORD – Milan, 30 anni fa il primo Scudetto di Berlusconi

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy