Piatek lotta, ma non segna: prima pausa per il Pistolero

Piatek lotta, ma non segna: prima pausa per il Pistolero

Per la seconda partita consecutiva Krzysztof Piatek non è riuscito ad andare a segno, ma per parlare di crisi dell’attaccante polacco è presto

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Per la prima volta da quando veste la maglia del Milan Krzysztof Piatek non è andato a segno per due partite di seguito (Lazio in Coppa Italia e Sassuolo in campionato) e parlare di crisi sarebbe a dir poco prematuro, ma qualcosa da rivedere, anche per l’attaccante polacco, c’è e oggi “La Gazzetta dello Sport” si sofferma anche su di lui. L’ex Genoa, infatti, si è visto pochissimo, anche e soprattutto a causa dei rari palloni utili ricevuti, ma ci ha messo lo zampino dei due episodi che hanno deciso il match. Sull’autogol di Lirola era a pochi centimetri dallo spagnolo, visto che si era avventato sull’insidioso pallone calciato dalla bandierina, mentre nel secondo tempo il lancio che ha costretto Consigli a uscire e che poi gli è costato un cartellino rosso era diretto proprio a lui.

Impossibilitato a segnare, il polacco, ha provato allora a rendersi utile come costruttore di gioco e ci è riuscito, servendo un pallone praticamente perfetto a Kessié, che da ottima posizione, però, ha trovato il portiere avversario piuttosto che il gol. Sarebbe stato il primo assist in Italia per Kris, poco male, perchè il Milan e i suoi tifosi, più che gli assist, dal “Pistolero” si attendono i gol.

MILAN VINCENTE, MA STANCO: I ROSSONERI NON BRILLANO

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy