Milan-Empoli, Gattuso: “Metto la firma per Inter terza e noi quarti”

Milan-Empoli, Gattuso: “Metto la firma per Inter terza e noi quarti”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha commentato la vittoria di ‘San Siro’ contro l’Empoli: la rincorsa ad un posto in Champions League continua

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il Milan di Gennaro Gattuso, ieri sera, a ‘San Siro’, nell’anticipo della 25^ giornata di Serie A, ha liquidato l’Empoli di Giuseppe Iachini con un netto 3-0 siglato dalle reti di Krzysztof Piatek, Franck Kessie e Samuel ‘Samu’ Castillejo. Ai rossoneri sono stati anche annullati due gol, dopo consulto del V.A.R., a Lucas Paqueta e Fabio Borini.

E dire che il Diavolo, nel primo tempo, non aveva convinto molto. Gattuso, però, dopo un periodo, piuttosto prolungato, in cui ha dovuto fronteggiare un’emergenza infortuni, adesso si ritrova con una rosa di elementi validi, pronti, tutti da gestire. “Qualcuno ha il muso lungo – ha ammesso Gattuso a fine gara –. Ci sta, non andrebbe bene vedere col sorriso i calciatori che non giocano. Ma dobbiamo remare sulla stessa barca, le decisioni le prendo nel rispetto di tutti. Come hanno fatto Paqueta e Tiemoue Bakayoko, che in settimana hanno avuto qualche problemino fisico ma hanno stretto i denti. Bene pure Andrea Conti, si sta riprendendo, è un patrimonio e va aiutato. Alessio Romagnoli tra i migliori difensori al mondo? Non faccio un prezzo, dico che è scarso, altrimenti me lo portano via…”.

Tornando, poi, sul momento del Milan, in vista della semifinale di Coppa Italia di martedì sera contro la Lazio e della rincorsa ad un posto in Champions League per quanto concerne il campionato, Gattuso ha sottolineato: “Meglio non guardare la classifica, è giusto che ci sia la pressione ma mettiamola da parte e prepariamo una per una le 13 partite che ci separano dalla fine del campionato. Non faccio promesse, e non chiedetemi del derby che si avvicina. Se l’Inter arriva terza e noi quarti, metto la firma”.

Contro l’Empoli è stato un Milan quasi perfetto. I primi 45’, però, Gattuso non li ha decisamente graditi … “Ero arrabbiato, facevamo il solletico all’Empoli e giocavamo col freno a mano tirato. Non vi dico cosa ho detto in spogliatoio, per fortuna abbiamo reagito”, e spiegato come la squadra renda meglio con il modulo che prevede un solo centravanti di riferimento: “Ero il primo a non essere convinto del 4-4-2, coprivamo male il campo e non segnavamo mai”. Non una buona notizia per Patrick Cutrone.

UN EX ROSSONERO, GONZALO HIGUAIN, INTANTO SE LA PASSA PROPRIO MALE. CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy