NBA, Gallinari: “Giù le mani da Gattuso: lo porterei ai Clippers”

NBA, Gallinari: “Giù le mani da Gattuso: lo porterei ai Clippers”

Danilo Gallinari, ala dei Los Angeles Clippers, compagine di NBA, è un noto tifoso rossonero: ecco le sue dichiarazioni a ‘La Gazzetta dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Danilo Gallinari, 30enne ala dei Los Angeles Clippers, compagine di NBA, è un noto tifoso del Milan: ecco le sue dichiarazioni, rilasciate ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, sulla squadra rossonera e sul tecnico Gennaro Gattuso.

Danilo, da tifoso del Milan come sta vivendo quest’estate agitata? «Non è un momento facile, ma il peggio è passato. Finita l’incertezza societaria, ora bisognerà completare la squadra, consapevoli che da noi, oggi, non arriverà uno come CR7. I tempi in cui il Milan andava all’assalto dei più grandi fuoriclasse mondiali, purtroppo, sono passati. Bisogna comunque stringersi intorno alla squadra e andare a sostenerla allo stadio, se non giocassi negli Stati Uniti lo farei ogni volta che mi è possibile».

Quali possono essere gli obiettivi per la stagione che sta per cominciare? «Ci sono stati giorni in cui, sinceramente, ho soltanto sperato che il club non smobilitasse… e che riuscisse quanto meno a trattenere i big della rosa. L’avvento di Elliott al vertice della società permette di pianificare meglio le prossime mosse. Il primo obiettivo, dunque, deve essere confermare in ogni modo la presenza in Europa. Se poi arriverà con la qualificazione in Champions League, meglio ancora».

Che ne pensa del sempre più probabile addio di Leonardo Bonucci? «Ammetto che è una brutta botta, perché il capitano è fondamentale in qualsiasi squadra, che si tratti di calcio o basket non fa differenza. Bonucci era anche uno dei miei giocatori preferiti nel Milan, insieme a Patrick Cutrone, Giacomo Bonaventura e Davide Calabria».

Gattuso s’è detto infastidito per le voci di mercato che coinvolgono lui e la squadra… «L’importante è che nessuno tocchi lui, il mitico “Ringhio”. È il nostro vero top player, anche ora che allena. Metterlo in discussione, dopo quello che ha fatto nella scorsa stagione, mi sembra pura follia. Se fosse possibile, uno così me porterei ai Clippers…». Intanto, nella notte, il Milan ha perso contro il Tottenham a Minneapolis in International Champions Cup: clicca qui per le parole dell’allenatore rossonero!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy