PROFILING – VILLALBA: L’ITURBE DEL SAN LORENZO CHE SOGNA L’ITALIA E CR7

PROFILING – VILLALBA: L’ITURBE DEL SAN LORENZO CHE SOGNA L’ITALIA E CR7

www.italianfootballdaily.com
www.italianfootballdaily.com
Nome: Hector VillalbaEtà: 20Nazionalità: ArgentinaSquadra: San LorenzoRuolo: Attaccante esterno/seconda puntaPiede Preferito: SinistroStoricamente portato a guardare verso il Brasile, il Milan sta spostando la sua attenzione verso l’Argentina. Tra i talenti più forti segnalati finora c’è un certo Hector Villalba, del San Lorenzo, uno che in Argentina considerano un crack.La storia: nato il 26 luglio 1994 a Buenos Aires, ha iniziato la sua carriera ad appena 10 anni nelle giovanili del San Lorenzo, che lo ha fatto esordire nel 2012. Il quartiere nel quale è nato (Villa 1-11-14) è uno dei più malfamati e non spicca certo per sicurezza. Di famiglia umile, Tito – come lo chiamano gli amici – ha sempre ceduto il suo intero stipendio a mamma e papà, che – a suo dire – non gli hanno mai fatto mancare nulla. “Nel Barrio impari tutto, anche come si vince“, ha spiegato di recente in un’intervista a calciomercato.com.Caratteristiche tecniche: gioca da esterno, ma può agire anche da seconda punta. Negli spazi però riesce a dare il meglio di sè: velocità, potenza, progressione palla al piede o a campo aperto. E’ il prototipo dell’ala perfetta, dotata di dribbling e senso del gol (8 in 64 gare, spesso cominciate dalla panchina), ma spesso decisivo anche per mandare a rete i compagni (sono 10 gli assist forniti finora). Dei 3338 minuti giocati in carriera, molti sono in campionato, ma i grandi palcoscenici li ha già assaggiati: 2 presenze in Copa Sudamericana, 13 in Libertadores, la Champions League del sudamerica.  Gioca spesso a un tocco: riceve palla, la scarica e parte. Un tocco e via, negli spazi. E’ uno che sa giocare con i compagni, non il solito funambolo solista, ma un meraviglioso orchestrale.Mercato: nel giro di un anno ha più che triplicato il suo prezzo e il trend non accenna a calare. Quando si è affacciato alla prima squadra il suo cartellino costava già 1 milione di euro, ora ne vale 3,6, ma la concorrenza aumenta giorno per giorno e il prezzo sale. Ne sa qualcosa il Verona: Sogliano stava per chiudere in estate, poi – al continuo variare verso l’alto dei costi – ha abbandonato la pista. Quella italiana resta però caldissima: a Roma, Napoli e Milan piace tantissimo. Occhio però all’estero.Curiosità: un po’ Lamela per il tocco di palla, un po’ Iturbe per potenza e velocità, Villalba è stato accostato a diversi giocatori. Lui stesso ha confermato di avere caratteristiche simili all’ex esterno del Verona, anche se il punto di riferimento è un altro: Cristiano Ronaldo. “Lo ammiro da sempre, per potenza, classe, esplosività. Confesso che lo osservo molto”, ha spiegato il giovane Tito che nel Barrio faceva gare di velocità palla al piede (vincendo). Ora il palcoscenico è un po’ cambiato, e potrebbe cambiare ancora. La Serie A lo tenta: “La seguo e mi piace, mi piacerebbe giocarci”, disse. Un assist?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy