PROFILING – POCOGNOLI: UNA CARRIERA DA OUTSIDER, IDEA LOW COST PER LA FASCIA SINISTRA

PROFILING – POCOGNOLI: UNA CARRIERA DA OUTSIDER, IDEA LOW COST PER LA FASCIA SINISTRA

Sebastien Pocognoli, terzino sinistro del WBA - fonte www.zimbio.com
Sebastien Pocognoli, terzino sinistro del WBA – fonte www.zimbio.com
Nome: Sébastien PocognoliEtà: 27 anni (01/08/1987)Nazionalità: BelgaSquadra: West Bromwich AlbionRuolo: Terzino sinistro/ Esterno di centrocampoPiede Preferito: SinistroLa storia: Nato e cresciuto nelle giovanili dello Standard Liegi, squadra della sua città natale, Pocognoli assaggia il calcio dei grandi nel Genk, squadra belga che lo acquista nel 2003 e l’anno seguente, a 16 anni, lo fa debuttare contro il Gent. Di lì a poco Sebastien si ritaglia sempre più spazi giocando sia come esterno che come terzino e a 19 anni è un titolare fisso. Nel 2007 passa per circa 3 milioni di euro all’Az Alkmaar, formazione con la quale gioca 3 stagioni ad altissimi livelli: in tutto colleziona 64 presenze, realizzando ben 5 reti. Il 2010 è l’anno del rientro alla base, in pompa magna: lo Standard lo riacquista per 2 milioni di euro e lo piazza al centro del progetto (complessivamente 83 presenze e 2 reti). Pocognoli vorrebbe una chance in un campionato più competitivo e così a gennaio 2013 passa all’Hannover: l’esperienza in Bundesliga però non è delle più positive e il belga colleziona solo 11 presenze con nessuna rete all’attivo. Nel 2014 arriva una nuova occasione: il West Bromwich lo porta in Premier League e l’avvio di stagione finora ha regalato alti e bassi. Viene utilizzato con una certa continuità (finora 6 presenze), ma le sue prestazioni sono altalenanti. Per quanto riguarda la Nazionale invece, Sebastien è sempre stato convocato nelle categorie giovanili fin dagli Under 16 e dal 2008 è approdato anche in Nazionale maggiore.Caratteristiche tecniche: Pocognoli è un esterno mancino portato per caratteristiche fisiche e tecniche a un gioco difensivo. Può adattarsi anche a giocare da laterale di centrocampo, ma non è dotato di un grande uno contro uno e non è propenso a una spinta continua per andare sul fondo a crossare. Molto bravo a chiudere gli spazi dietro, si fa valere anche nel gioco aereo e sulle palle inattive. Gode di discreta velocità sia nel lungo che nel breve.Mercato: Non pienamente coinvolto nel progetto del WBA, Pocognoli potrebbe lasciare presto la Premier League alla ricerca di una nuova avventura, possibilmente non da outsider. Valutato circa 1,5 milioni di euro, il suo profilo sembra essere un’idea low cost anche per alcuni club di Serie A: il Milan in particolare sembra stia valutando l’opportunità di scommettere sul belga, viste le difficoltà di Armero nell’assimilare gli schemi di Inzaghi.Curiosità: L’Italia e Pocognoli sono legati a doppio filo: il giocatore infatti è belga, ma la sua famiglia vanta origini nel Bel Paese. Non solo, anche il debutto in Nazionale è tinto di Azzurro: il 24 maggio 2008 infatti ha fatto il suo esordio con la squadra maggiore in un’amichevole contro l’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy