PROFILING – MANDZUKIC: FIUTO DEL GOL E GRAN FISICO

PROFILING – MANDZUKIC: FIUTO DEL GOL E GRAN FISICO

Mario Mandzukic
Mario Mandzukic (fonte foto: www.shorouknews.com)
Nome: Mario MandzukicEtà: 29 anniNazionalità: croataSquadra: Atletico MadridRuolo: attaccantePrezzo: 25 mlnSTORIA- Dopo aver esordito da professionista nel 2006 con la NK Zagabria, è nel 2007 con il passaggio ai rivali della Dinamo Zagabria che il suo talento esplode definitivamente. Tre campionati e due coppe di Croazia nel trienno 2007-10, più il titolo di capocannoniere. Il Wolfsburg lo acquista in estate per 7 milioni di euro, segnando 20 gol in 56 presenze nei due anni trascorsi in Sassonia. Nel 2012 è il Bayern ad acquistarlo per 13 milioni con un contratto fino al 2016. Il 2013 è l’anno d’oro dei bavaresi che ottengono il treble vincendo la Bundesliga, la Champions League e la Coppa di Germania. L’anno successivo, Mario, trova poco spazio e nell’estate del 2014 passa all’Atletico Madrid per 22 milioni di euro. Con i “colcheneros” colleziona 38 presenze e 17 reti tra campionato e Champions League.NAZIONALE- Nel 2007 esordisce, con la maglia della Croazia, anche in nazionale maggiore, ma è a Euro 2012 che riesce a mettersi in mostra. Grazie alla doppietta contro l’Irlanda nel girone e la rete segnata all’Italia, si laurea capocannoniere della competizione. Ai Mondiali in Brasile gioca due match e chiude con due reti, entrambe contro il Camerun.CARATTERISTICHE TECNICHE- 187 centimetri per 84 chilogrammi, Mario è un attaccante completo: fa del fisico prorompente e dei colpi di testa le sue armi migliori. Discretamente veloce, riesce a trovare la porta con grande continuità, sia di destro che di sinistro. Tra le sue qualità migliori la generosità: sa sacrificarsi per la squadra, ripiegando quando occorre in copertura, e sa giocare di sponda.MERCATO- I 25 milioni sono una cifra quasi inarrivabile per le casse rossonere, ma la volontà di ricostruire un grande Milan potrebbe portare la società a fare un grande sacrificio per strapparlo all’Atletico Madrid. Altre squadre, almeno per ora, non sembrano interessate e il rischio asta, fino ad oggi, è scongiurato.CURIOSITA’- L’attaccante croato è stato protagonista di due curiosi episodi. Il primo, in occasione di un match in Nazionale contro l’Islanda, lo ha visto prima andare a segno e poi essere espulso in appena 10 minuti. Nel secondo, durante la premiazione di Champions League nel 2013, Mario si è fatto notare per aver smarrito la medaglia d’oro dopo la vittoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy