PROFILING – GARAY: LO STOPPER MODERNO CHE SERVE AL MILAN

PROFILING – GARAY: LO STOPPER MODERNO CHE SERVE AL MILAN

Commenta per primo!

Ezequiel Garay
Ezequiel Garay (fonte foto: www.foxsports.com)
NOME: Ezequiel Marcelo GarayETA’: 28 (10/10/1986)SQUADRA: Zenit San PietroburgoPIEDE PREFERITO: DestroNAZIONALITA’: ArgentinaVALORE: 16 milioni di euroSTORIA – Garay nasce a Rosario in Argentina ed esordisce nella prima divisione nel 2004 col Newell’s Old Boys, team nel quale è cresciuto. Dopo una stagione in cui mette in mostra un grande talento, entra subito nei radar dei club europei. Il più veloce è il Racing Santander, che lo acquista nel 2005 durante il mercato invernale. In Spagna Garay diventa uno dei centrali più promettenti sul mercato, tanto che nel 2008 viene acquistato per 10 milioni di euro dal Real Madrid, al quale tralaltro aveva già segnato una doppietta (su rigore) in campionato. Il Real lo lascia un altro anno al Racing per assicurargli ulteriore esperienza da titolare, per poi portarlo definitivamente nella capitale nel 2009. Coi Blancos però Garay fa fatica ad imporsi, soffrendo probabilmente la concorrenza con tutti i top player a disposizione del Real, e dopo 2 stagioni e 25 presenze viene venduto per 5 milioni al Benfica. Qui il difensore argentino trova definitivamente la sua dimensione. Giocando in coppia con una guida come Luisao diventano una delle migliori coppie difensive d’europa, vincendo campionato e coppa nazionale, ma soprattutto arrivando in finale di Europa League (persa col Siviglia di Bacca). Dopo 3 stagioni, nel 2014, viene acquistato per 15 milioni dallo Zenit San Pietroburgo, dove milita tutt’ora. Inoltre è nel giro della Nazionale argentina, con 4 presenze da titolare nell’ultima Copa America.CARATTERISTICHE – Nonostante la sua altezza di 189 cm per circa 84 kg, non si tratta certo di uno stopper lento. Anzi, fa dell’intuito nell’uno contro uno e del tempo di chiusura le sue principali virtù, soffrendo paradossalmente il corpo a corpo con gli attaccanti più pesanti. E’ un destro che gioca tranquillamente anche da centrale sinistro (casella da riempire per Mihajlovic). E’ un ottimo rigorista e possiede capacità d’impostazione discrete per un difensore centrale.MERCATO – Le difficoltà per l’acquisto derivano dal contratto che lo lega allo Zenit fino al 2019 e dalla difficoltà di trattare con un club che non ha certo problemi economici. Lo Zenit infatti non intende cederlo a meno di quanto lo ha comprato (15 milioni). Detto ciò, in un’eventuale trattativa il giocatore potrebbe preferire una piazza dalla storia nobile come il Milan, piuttosto del poco attraente campionato russo. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy