MILAN, LA NUOVA STAGIONE DALLA A ALLA Z

MILAN, LA NUOVA STAGIONE DALLA A ALLA Z

L’attesa è finita. Non è il via di una partita dato da Sandro Piccinini, ma il pensiero dei numerosi tifosi rossoneri che stasera si apprestano a vivere le emozioni di Fiorentina-Milan. Un inizio duro, ma che segna già una tappa importante e stimolante in una stagione che deve essere quella della svolta. Ecco allora tutti i protagonisti e le particolarità del nuovo Milan, dalla A alla Z.A come ATTACCO – E’ il reparto che ha subito più cambiamenti: a differenza di Inzaghi, Mihajlovic punta sul 4312 che tanto piace a Berlusconi, con due attaccanti di ruolo (Carlos Bacca e Luiz Adriano) e un trequartista (Honda per il momento). L’obiettivo è avere più peso in area, presenza e – ovviamente – gol.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (fonte foto: reporternuovo.it)
B come BERLUSCONI – L’anno della rinascita. Il presidente rossonero, in attesa dei soldi di Mr. Bee, ha investito dalle casse Fininvest ben 90 milioni di euro, in una delle campagne acquisti più ricche degli ultimi anni. Un restyling totale e un riavvicinamento alla squadra: più presenze a San Siro e più feeling con il duo Miha-Galliani. B è però anche la lettera di Bonaventura e Bertolacci, la nuova coppia italiana di centrocampo.C come COPPA ITALIA – Vero, anni fa sarebbe stato ‘C’ come Champions League. Senza la più prestigiosa competizione europea, il trofeo nazionale può rappresentare un serio obiettivo. L’allenatore rossonero l’ha messo in chiaro da subito, nella gara contro il Perugia dentro tutti i titolari, per non fallire un obiettivo che manca da tanto nella bacheca rossonera.D come DE JONG – Se è vero che la fascia è sul braccio di Riccardo Montolivo, il leader della squadra è – senza dubbio – Nigel De Jong. L’olandese gode del rispetto di tutta la squadra e anche ieri Sinisa Mihajlovic l’ha portato con sé nella conferenza stampa, dimostrazione di come l’ex City sia diventato il simbolo dello spogliatoio. La D è però anche la lettera di Donnarumma, alla prima stagione da professionista nonostante la giovane età (classe ’99) e di De Sciglio, chiamato all’anno della rinascita.E come EUROPA – Il principale obiettivo dell’anno. Sebbene ieri Mihajlovic abbia dichiarato: “Non firmo per il terzo posto”, l’obiettivo minimo dei rossoneri non è lo scudetto. Piuttosto, si cerca di tornare in Europa, possibilmente in Champions. Per dar vita ad un nuovo progetto e avere più liquidità in cassa.F come FIORENTINA e come FRANCHI – Parte da qui la nuova stagione dei rossoneri. Un avversario tosto, diretto rivale per i primi tre posti in classifica. Senza Mario Gomez e Mohamed Salah, la Viola si ritrova con Kalinic, ex Dnipro, e Mario Suarez, arrivato dall’Atletico Madrid. Infine, la principale novità arriva dalla panchina, con Paulo Sousa a sostituire Vincenzo Montella.G come GALLIANI – Abbiamo detto di Berlusconi, che ha investito. Con quei soldi, Adriano Galliani ha fatto felice Sinisa Mihajlovic. 38 milioni per gli attaccanti, 20 per Bertolacci, e 25 per Romagnoli, pupillo del serbo. Ora, gli ultimi sforzi: Soriano e il ritorno dell’attaccante: Balotelli o Ibrahimovic?H come HONDA – Il giapponese non è ancora certo di restare, ma fin qui ha fatto le fortune di Mihajlovic. Innanzitutto, è ben accetto dalle casse rossonere, grazie al merchandising dell’Oriente. Inoltre, come nella sfida contro il Perugia, ha dimostrato di poter agire da trequartista alle spalle di Luiz Adriano e Bacca.I come ITALIANI – E’ il progetto di Silvio Berlusconi, che quest’anno trova risposte abbastanza positive. La difesa è composta principalmente da azzurri: Abate, Antonelli, Romagnoli, Ely e De Sciglio. E anche a centrocampo ci sono tante chiazze azzurre o azzurrabili. Meno davanti. Balotelli permettendo..J come JACKSON MARTINEZ – L’inizio della rivoluzione in casa Milan partiva da lui. Tutto fatto con il Porto, accordo raggiunto. Era lui il nuovo attaccante per la stagione che apre oggi i battenti. Poi, la frenata. Toccherà a Bacca – che sembra già nel cuore dei tifosi – non farlo rimpiangere.K come KILPIN – Parte tutto da lui. Centosedici anni fa fondò a Milano l’AC Milan. Diventò primo allenatore e primo capitano. “Saremo rossi come il fuoco e neri come la paura che incuteremo agli avversari”. Una frase ripresa recentemente anche da Mihajlovic. Per tornare a vincere.
Luiz Adriano (zimbio.com)
Luiz Adriano (zimbio.com)
L come LUIZ ADRIANO – Non solo un nuovo attaccante, che ha già incantato gli spettatori di San Siro, ma anche un uomo chiamato ad una missione: tornare a far valere quel numero 9 stampato sulla schiena. Quello stesso numero che fu di Filippo Inzaghi, è stato recentemente indossato da Pato, Matri, Torres, Destro… Tutti con scarsi risultati. Al brasiliano il compito di tornare a dare autorità al numero che contraddistingue i veri bomber.M come MIHAJLOVIC – Già definito come il miglior acquisto dell’estate, il tecnico serbo ha cambiato il Milan sotto tutti i punti di vista. Preparazione diversa, abitudini diverse, rigidità e ordini fissi. I primi risultati si sono già visti, ora tocca a lui riportare il Milan dove merita.N come NENAD SAKIC – E’ il vice fidato di Sinisa Mihajlovic. Dopo oltre 20 anni finisce l’avventura di Mauro Tassotti, che resta comunque in società come osservatore dei giocatori in prestito.O come OBIETTIVI – Di mercato, certo; ma ora anche di campo. L’abbiamo già detto, tornare in Europa è il diktat primario, lo Scudetto un sogno. Finalmente, però, si può tornare a parlare di obiettivi raggiungibili.P come PREPARAZIONE – Sedute durissime, pause minime, agosto interamente impegnato, con allenamenti anche a Ferragosto. L’avvicinamento al campionato rossonero è stato devastante, ma i giocatori sembrano già in forma e in condizione, con una benzina totalmente differente rispetto all’anno scorso. P rappresenta però anche Pianetamilan.it: dopo oltre due anni dalla fondazione, siamo ancora qui, pronti come non mai per raccontarvi tutto il campionato che verrà, con news, analisi, foto, esclusive e il mercato. E una enorme sorpresa che vi sveleremo a breveQ come QUELLE CITAZIONI – Le citazioni di Sinisa Mihajlovic. Già ai tempi della Sampdoria il serbo è ricorso a JF Kennedy, a Dante Alighieri, a Winston Churchill, a Che Guevara, a Walt Disney, a Albert Einstein e a Vujadin Boskov. Settimana scorsa, invece, ecco Boniperti: “Vincere è l’unica cosa che conta”. Q sta però anche per quattro-tre-uno-due, il nuovo modulo rossonero, marchio di fabbrica di Sinisa.
Romagnoli e Ely saranno nel cuore della difesa del Milan domani sera a Firenze
Romagnoli e Ely saranno nel cuore della difesa del Milan domani sera a Firenze
R come ROMAGNOLI – Cercato e voluto a lungo, il difensore ex Roma è approdato a Milanello per una cifra consistente. 25 milioni. L’età, il talento e la fiducia di Mihajlovic sono però dalla sua parte e potrà in breve tempo convincere tutti. Con lui, anche Rodrigo Ely, altro difensore giovane, sorpresa del nuovo Milan.S come SUDAMERICA – Bacca, Zapata, Luiz Adriano, Alex, Josè Mauri. Una folta rappresentanza sudamericana nel nuovo Milan, da sempre con un’impronta brasiliana. S però anche come Soriano, probabile prossimo acquisto della campagna rossonera.T come TAECHAUBOL – Non sarà tra i protagonisti in campo, ma questa sarà la prima stagione di Mr. Bee da azionista del Milan. Un investimento importante, un accordo con Berlusconi che frutterà alla causa rossonera diversi milioni.
L'esultanza del Milan dopo un gol (zimbio.com)
L’esultanza del Milan dopo un gol (zimbio.com)
U come UNIONE – E’ una delle parole principali del nuovo vocabolario firmato Sinisa Mihajlovic. In ritiro, i giocatori si sono subito sentiti una squadra. Cene insieme, l’altro giorno a Milanello il serbo ha addirittura organizzato una grigliata. Insomma, anche in campo servirà remare tutti nella stessa direzione.V come VITTORIA – “Ci sono due categorie di squadre: alcune hanno il diritto di sognare e di vincere, altre il dovere. Noi facciamo parte del primo gruppo”. Con queste parole, ieri pomeriggio, il serbo ha caricato l’ambiente. Un unico obiettivo, un’unica parola.Z come ZLATAN – Per finire in bellezza, Zlatan Ibrahimovic. Potrebbe essere la fine in bellezza del mercato rossonero, e segnare l’inizio di una stagione da protagonisti. Sognare non costa nulla, Balo permettendo…Luca Fazzini (@_lucafazzini on Twitter)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy