PM – Gattuso: “Non capisco i fischi a Calhanoglu. Piatek sembra Tomasson”

PM – Gattuso: “Non capisco i fischi a Calhanoglu. Piatek sembra Tomasson”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, si presenta in conferenza stampa al termine del pareggio per 0-0 contro il Napoli: le sue parole dalla sala stampa

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Al termine del pareggio contro il Napoli, Gennaro Gattuso ha parlato anche in conferenza stampa (qui le sue parole a DAZN, a Sky e a Milan TV), queste le sue dichiarazioni: “Conti non doveva nemmeno venire in panchina, ha un problema a livello muscolare. Con tutto il rispetto, parliamo della prestazione di Calabria e sul perchè non ha giocato Abate, nonostante le prestazioni che sta facendo”.

Su Kessié: “Se ogni anno segnava 15-20 gol correndo 15 chilometri a partita, vinceva il Pallone d’Oro. Lavora per la squadra, è normale che sbagli qualcosa. Se sbagliano Calhanoglu o Paquetà mi posso arrabbiare, ma con Frank bisogna capire quello che fa durante la partita. Ha zoppicato perchè ha corso tanto”.

Sul salto di qualità: “Tranne Rodriguez e pochi altri, sono tutti giocatori nati negli anni ’90. Il materiale c’è, ma dobbiamo migliorare. Dobbiamo avere la forza di riempire l’area, spesso sacrifichiamo l’attacco per avere una fase difensiva più solida”.

Su Calhanoglu: “Bisogna capire che tipo di gioco vuole sviluppare. Fa cambi di gioco da 50-60 metri, anche a Paquetà abbiamo chiesto di fare un lavoro incredibile. Non capisco i fischi, quelli per Calhanoglu non mi sono piaciuti”.

Sulla partita: “Rimane il rammarico per aver sbagliato qualcosa in transizione offensiva, ma abbiamo fatto una buona gara”.

Su Piatek: “Mi piace, lo vedo curioso, osserva tutti. Ha molto entusiasmo, assomiglia a Tomasson per come si allena”.

MILAN-NAPOLI: IL COMMENTO DI CALABRIA

 

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy