MILAN, UN TUTOR D’ECCELLENZA PER MASTALLI E FELICIOLI

MILAN, UN TUTOR D’ECCELLENZA PER MASTALLI E FELICIOLI

Commenta per primo!

Alessandro Mastalli (fonte foto: www.acmilan.com)
Alessandro Mastalli (fonte foto: www.acmilan.com)
Contro la Reggiana, tolto Suso, i migliori in campo sono stati due giovani della Primavera: Alessandro Mastalli e Gian Filippo Felicioli. Il primo ha brillato a centrocampo: corsa, inserimenti, quantità e qualità. Centrocampista completo che è andato in due occasioni vicino al gol, ha sputo duettare bene con lo spagnolo Suso, con il quale ha creato diversi pericoli alla Reggiana, squadra di Lega Pro, seconda in classifica: un buon avversario per un giovane alle prime armi. E quando la palla stazionava a sinistra, dove agiva Di Molfetta, Masta si è fatto trovare sempre presente in area di rigore. 
Felicioli, terzino sinistro del Milan Primavera - fonte: ilrestodelcarlino.it
Felicioli, terzino sinistro del Milan Primavera – fonte: ilrestodelcarlino.it
Nella seconda frazione è stato il turno di Felicioli. Terzino sinistro della Primavera di mister Brocchi, nasce come esterno d’attacco. Tanto che, nelle prime uscite stagionali, agiva nel tridente offensivo sull’out di destra, per sfruttare al meglio il suo mancino, potente e preciso. Poi lo slittamento in difesa: corsa e velocità, insieme ad un pizzico di intraprendenza che lo portano spesso ad arrivare sul fondo dopo aver dribblato diversi uomini. Contro la Reggiana ha stupito tutti: personalità e qualità, un terzino sinistro fatto e finito, che può migliorare nella fase difensiva ma che non ha niente da invidiare a nessuno in quella offensiva. E in tandem con Menez ha fatto impazzire la retroguardia emiliana. Già, Menez. Il talento francese guidava con i suoi movimenti anarchici e le parole Feli. Una sintonia perfetta, che in pochi hanno avuto questa stagione con il numero 7. La dimostrazione che i giovani al fianco di grandi campioni sanno rendere al meglio. E’ capitato in passato a De Sciglio, che con Thiago Silva e Nesta come compagni di reparto, si è rivelato al calcio continentale. Lo stesso può capitare a questi due ragazzi, con un tutor d’eccezione: Jeremy Menez.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy