LA TOP 3 DEL VIVAIO: MAGO MASTOUR, VIDO IS BACK, PERSONALITA’ DE PIANO

LA TOP 3 DEL VIVAIO: MAGO MASTOUR, VIDO IS BACK, PERSONALITA’ DE PIANO

Torna su PianetaMilan.it la Top 3 del Settore Giovanile, la classifica interamente dedicata al vivaio del Milan che premia i ragazzi che maggiormente si sono distinti nel weekend per vena realizzativa, fantasia, qualità e generosità sul campo.Questa settimana a strappare la scena è indubbiamente la Primavera di Mister Brocchi: due successi importanti nel doppio impegno campionato-Tim Cup, arrivati soprattutto grazie al bel gioco. Tanti i giocatori che potrebbero essere citati, dai soliti Mastalli e De Santis a un ritrovato Calabria, ecco quindi chi sono i tre ragazzi a salire sul podio.

Hachim Mastour - fonte: www.acmilan.com
Hachim Mastour – fonte: www.acmilan.com
1. Nonostante sia ormai aggregato alla prima squadra, molti tifosi si dimenticano che Hachim Mastour è un classe ’98, un ragazzino terribile dotato di una classe fuori dal comune. Tornato in campo dopo un lungo stop, il talentino ci ha messo solo 4 minuti dal suo ingresso contro il Sassuolo per deliziare tutti con tante giocate e, soprattutto, con la ruleta e il gol del 2-0. Funambolo.    
Luca Vido (fonte foto: www.acmilan.com)
Luca Vido (fonte foto: www.acmilan.com)
2. Un’altra bella notizia per Brocchi è certamente il rientro di Luca Vido, rimasto ai box per molto tempo dopo il problema e l’operazione alla spalla. L’attaccante, già in gol nel derby, ha proseguito in striscia positiva realizzando una doppietta contro l’Hellas Verona in campionato. Una freccia in più nella faretra del Mister, bentornato!    
Federico De Piano (fonte foto: www.acmilan.com)
Federico De Piano (fonte foto: www.acmilan.com)
3. Ultimo ma non meno importante, Federico De Piano si conquista di prepotenza il terzo posto con una prestazione importante in Tim Cup. Brocchi ha ribadito più volte di non guardare all’età e così contro il Sassuolo schiera il centrocampista davanti alla difesa, vista l’assenza di Modic: Chicco non si lascia sfuggire l’occasione e gioca con grande personalità, recuperando molti palloni già sulla trequarti e prendendosi grandi responsabilità in fase di impostazione. I compagni non mancano di caricarlo per tutta la gara e anche i tifosi si fanno trascinare e finiscono per esaltare il mediano classe ’98. Una new entry che speriamo di rivedere presto nella nostra speciale classifica!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy