GALLI A MC: “BROCCHI HA SPOSATO IL NOSTRO PROGETTO, CONTINUIAMO CON LUI”

GALLI A MC: “BROCCHI HA SPOSATO IL NOSTRO PROGETTO, CONTINUIAMO CON LUI”

fonte foto: twitter.com
fonte foto: twitter.com
Intervistato in esclusiva da Milan Channel il direttore tecnico delle giovanili del Milan Filippo Galli ha fatto il punto su tutto il settore giovanile rossonero, con un occhio particolare alla Primavera dove è stato da poco riconfermato mister Cristian Brocchi. Queste le sue parole: “Non consociamo il Latina, prenderemo qualche notizia, la volontà è quella di proporre il nostro gioco e i nostri principi. Tramite questi cercheremo di accedere al turno successivo. I Giovanissimi Nazionali stanno lavorando, non prepariamo la partita in modo particolare perché vale la qualificazione ma faremo una settimana normale di lavoro stando attenti ai nostri principi di gioco, dalla gestione della palla alla finalizzazione. A tutti noi fa piacere andare avanti e arrivare alle Final 8 anche con i Giovanissimi Nazionali, ma lo vogliamo fare con i nostri principi. Siamo contenti per questi ragazzi che sono con la Nazionale Under 17, sarà una manifestazione importante e un’esperienza unica. Per quanto riguarda la formazione avrei preferito potessero rimanere con noi, ma questa è una dimostrazione del lavoro dello scouting e dell’area tecnica, due area coinvolte nella formazione di questi ragazzi in prima linea. È anche merito loro se un terzo della squadra è composta da rossoneri”.Così sulla Primavera: “Mastour è aggregato alla Primavera da due partite e sta lavorando con la squadra per entrate nelle idee di gioco. Vido sta recuperando dal problema alla spalla che lo sta un po’ condizionando a livello mentale. Vive un po’ con paura il contatto e la fisicità degli avversari, sarà importante per lui vincere questa paura. Ci stiamo preparando alla fase finali con il lavoro quotidiano, faremo qualche amichevole e un torneo a Piacenza con una rosa mista di Primavera e Berretti. L’altro giorno ho visto la finale di Coppa Italia tra Lazio e Roma, loro hanno squadre più grandi rispetto alla nostra, sono quasi due categorie diverse. Noi ci giocheremo tutte le nostre carte però. Con Brocchi c’è un rapporto chiaro, aperto e solare, noi continuiamo ad andare avanti con lui perché è stato il primo a sposare in pieno la nostra metodologia e il nostro modo di lavorare, è un po’ il nostro capo cordata del nostro lavoro”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy