BROCCHI A MC: “CHIEDO QUALITA’ E VOGLIA, NON GUARDIAMO GLI AVVERSARI. DOMANI TORNA PICCINOCCHI”

BROCCHI A MC: “CHIEDO QUALITA’ E VOGLIA, NON GUARDIAMO GLI AVVERSARI. DOMANI TORNA PICCINOCCHI”

Cristian Brocchi, allenatore Primavera Milan
Cristian Brocchi (fonte foto: pianetamilan.it)
L’allenatore della Primavera Cristian Brocchi è stato intervistato dal canale tematico rossonero Milan Channel. Le parole del Mister, riportate da acmilan.com.Sulle due sconfitte con Atalanta e Sassuolo:Sono state due partite diverse quelle con l’Atalanta e con il Sassuolo.  Con l’Atalanta abbiamo giocato una buonissima partita dal punto di vista tecnico tattico e meno buona dal punto di vista agonistico perchè abbiamo messo poco cattiveria e poca voglia di vincere. Mentre con il Sassuolo la partita è stata giocata con grande intensità e voglia di ribaltare il risultato. Abbiamo giocato con un uomo in meno ma non posso recriminare nulla ai miei ragazzi dal punto di vista di impegno e voglia”.Sui singoli: “Qualche giocatore c’è mancato in questo periodo, abbiamo avuto qualche infortunio e in questa settimana sono rientrati Calabria e Crociata che era fuori dal derby e rientrerà anche Felicioli. Da domani anche Piccinocchi, dopo un lungo infortunio, si riaggregherà alla squadra. Bella notizia perchè avrà tanta voglia di giocare. E’ bello avere tutti a disposizione e scegliere tra tanti ragazzi che hanno voglia di crescere e migliorarsi e che stanno cercando con tutte le forze di giocare un calcio di qualità. Infine sui prossimi avversari: “Il Chievo è una squadra difficile da affrontare ha ottimi interpreti che hanno già dimostrato di essere buonissimi giocatori a livello di primavera, ma è molto più importante quello che mettiamo in campo noi. Dobbiamo guardare prima noi stessi che gli avversari, sono gli altri che devono capire come affrontiamo una partita e se in campo mettiamo la stessa voglia degli altri di vincere, sono sicuro che poche volte perderemo.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy