AG. LA FERRARA: “NON E’ RAZZISTA, IL SUO IDOLO E’ BALOTELLI. NON MERITAVA UN’ALTRA PUNIZIONE”

AG. LA FERRARA: “NON E’ RAZZISTA, IL SUO IDOLO E’ BALOTELLI. NON MERITAVA UN’ALTRA PUNIZIONE”

Commenta per primo!

fonte foto: facebook.com
fonte foto: facebook.com
Nella giornata di ieri è arrivata la squalifica di 5 giornate a Cosimo La Ferrara, attaccante degli Allievi Nazionali rossoneri, a proposito delle frasi razziste rivolte a Opoku, giocatore dell’Inter, il 24 marzo scorso. Il giovane rossonero, classe ’98, era stato sostituito immediatamente da Brocchi, all’epoca suo allenatore, e i rossoneri lo avevano “bloccato” per le ultime 4 gare di campionato. Ieri, però, si è espresso il Tns, squalificando appunto La Ferrara per 5 giornate, oltre ad una multa di 5mila euro alla società Milan. Il suo agente, Enzo Raiola, ha difeso così il suo assistito: “Non è razzista, il suo idolo è Balotelli e ha molti amici di colore. Ha sbagliato e ha pagato, è stato ingenuo, ma non meritava una nuova punizione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy