Milan Club ‘Ringhio D’Abruzzo’ – Alla scoperta dei Milan Club d’Italia

Pianeta Milan vi porta alla scoperta dei più grandi e importanti Milan Club italiani. Oggi la tappa è a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti…

Prosegue l’iniziativa di Pianeta Milan, volta a presentarvi tutti i Milan Club più grandi e importanti d’Italia. E, con questo che stiamo per presentarvi, siamo ormai arrivati al quarto appuntamento (questi i precedenti: Milan Club ‘Rino Gattuso’ – Corigliano Calabro, Milan Club Venosa 2.0, Milan Club Gallipoli). Oggi andiamo alla scoperta del Milan Club ‘Ringhio D’Abruzzo – Francavilla al Mare’ (QUI il loro commento sulla partita Napoli-Milan), in provincia di Chieti. A presentarsi, in realtà, ci hanno pensato direttamente i membri del Club, che hanno risposto ad alcune nostre domande. Ecco cosa ci hanno raccontato:

Ciao! Descriveteci e parlateci un pò del vostro Club. Quando e come è nato?

Innanzitutto un saluto alla redazione di Pianeta Milan! Il “Milan club Ringhio D’Abruzzo – Francavilla al mare” nasce a luglio 2015 per volere di 4 ragazzi (Simone, Daniele, Gianmarco e Mattia) che, motivati dalla passione per il Milan e dalla mancanza in zona di un club attivo, decidono di dar vita ad un club con il chiaro ed unico intento di creare un punto di aggregazione per tutti i rossoneri presenti in zona. Le difficoltà non sono state poche, vista la stagione appena finita e la disaffezione intorno alla squadra, ma con determinazione e duro lavoro siamo riusciti in poco tempo a materializzare ciò che avevamo in progetto. Siamo anche stati fortunati a trovare immediatamente un “luogo fisico” dove situare il club, grazie a Mariano Cornacchia, titolare del Bar Corallo Rosa (Lungomare nord Francavilla al Mare) e rossonero da sempre, che ci ha messo a disposizione una sala con televisore e tavolini, che è quindi diventata la nostra sede.

Quanti iscritti siete e quante volte vi radunate tutti insieme? Riuscite ad andare spesso a San Siro?

La sede è sempre aperta e ci raduniamo in occasione delle partite del Milan. Siamo già andati varie volte a San Siro quest’anno (in occasione dei due derby, di Milan-Chievo e di Milan-Verona). Colgo l’occasione per ricordare il prossimo appuntamento: organizzeremo il pullman in occasione della partita Milan-Juve prevista per il 10 aprile!

C’è qualche personaggio famoso o bizzarro all’interno del vostro Club?

Abbiamo persone e personalità variegate, e possiamo vantare tra i nostri iscritti anche Andrea Iannone, pilota della Moto GP e noto tifoso rossonero.

Avete un aneddoto particolare avvenuto nel vostro Club da raccontarci?

Un episodio simpatico da cui si può capire il clima che si respira in sede è avvenuto questa estate. Abbiamo trasmesso anche le amichevoli estive, data la grande voglia che avevamo di iniziare a vivere il club. Il televisore per l’occasione era stato messo fuori e noi eravamo seduti ai tavolini. Ad un tratto passa un tizio che si affaccia e chiede “Scusate, qui le fate vedere le partite dell’Inter?”. Potete immaginare la reazione dei presenti. Mi limito a dire che è partito un “chi non salta nerazzurro è”.

Berlusconi ha festeggiato da poco i 30 anni di presidenza. Tirate la somma, in sintesi, di questi anni.

Per lui parlano i trofei vinti, lo stile che ha trasmesso alla società, i giocatori e allenatori passati, le grandi imprese, il fatto che ha rivoluzionato il modo di pensare il calcio. Un vero milanista non può non essere grato a Silvio Berlusconi. Negli ultimi anni purtroppo ci sono state vicende spiacevoli in società e contestiamo il fatto che non sia stata presa in considerazione la possibilità di allontanare la vera causa del disastro sportivo del Milan degli ultimi anni: Adriano Galliani. Non dimentichiamo assolutamente alcuni suoi colpi di mercato, ma in queste ultime stagioni si sono visti scempi non ammissibili, come ad esempio gli affari conclusi con i soliti procuratori e presidenti… In ogni caso, guardando indietro questi tre decenni di Milan berlusconiano, dobbiamo essere solo fieri e felici delle emozioni immense che ci ha regalato, e sono troppe per poterle anche solo elencare. Sperando che la squadra possa tornare a lottare per i traguardi che le competono, vi ringraziamo per l’articolo e per l’intervista. FORZA MILAN!

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy