VERSO GENOA-MILAN, INFERMERIA ANCORA PIENA

VERSO GENOA-MILAN, INFERMERIA ANCORA PIENA

Ignazio Abate in azione contro il Parma (Fonte foto: www.calcionews24.com)
Ignazio Abate in azione contro il Parma (Fonte foto: www.calcionews24.com)
Neanche il tempo di godersi il ritorno al successo contro l’Udinese ed è già tempo per il Milan di rimettersi al lavoro in vista della sfida di domenica contro il Genoa. Una trasferta delicata, visto l’ottimo momento dei rossoblu e il campo storicamente ostico ai rossoneri, nonché importante in chiave classifica: il Grifone al momento è quarto a +2 sul Diavolo, una vittoria consentirebbe alla banda di Inzaghi di sorpassare gli avversari e fare un grande balzo avanti verso il terzo posto. Superpippo però non deve fare i conti con la sfortuna, che negli ultimi anni sembra aver preso casa nei pressi di Milanello: l’infermeria infatti ha appena salutato Montolivo, rientrato dopo il lungo stop, e De Jong, che oggi ha ripreso a lavorare con il gruppo, ma non si è ancora svuotata del tutto.Mistero Abate – Caso particolare quello di Ignazio: infortunatosi prima del derby, si pensava comunque di poterlo recuperare se non per la stracittadina per la gara successiva, invece il terzino campano continua a lavorare a parte e il suo rientro ora sembra ormai slittato alla sfida casalinga contro il Napoli. Una vera e propria iella, visto il buon avvio che aveva avuto in questa stagione.Alex non recupera – Guai muscolari anche per il colosso brasilano, il cui rientro non dovrebbe avvenire prima del match dell’Olimpico, nel quale il Milan affronterà la Roma di Garcia. Vista l’età e l’importanza di Alex e il buon rendimento di Rami e Mexes, Inzaghi non ha alcuna intenzione di affrettare i tempi e rischiare.Muntari non ce la fa, confermati van Ginkel e Bonaventura – Difficile se non impossibile anche il recupero di Sulley, con il centrocampo che si ritrova in emergenza pur potendo contare sul rientro del Generale De Jong. In mezzo saranno probabilmente confermati Bonaventura e van Ginkel, chiamato ancora a sostituire il ghanese.La fascite ferma De Sciglio – Quello di Mattia sembrava un infortunio di poco conto, che lo avrebbe tenuto lontano dal campo solo nella sfida con l’Udinese, invece il terzino lavora ancora in palestra e fa fatica anche solo ad indossare gli scarpini da gioco. Spazio ancora dunque per Armero, che avrà l’occasione di redimersi dopo l’opaca prestazione offerta contro i friulani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy