DIFESA: INZAGHI HA SCELTO I SUOI TITOLARI

DIFESA: INZAGHI HA SCELTO I SUOI TITOLARI

fonte foto: tuttomercatoweb.com
fonte foto: tuttomercatoweb.com
Nei favolosi anni 90’, c’era una pubblicità su un frutto particolare: l’ananas. Chi non si ricorda quella che era una sentenza di garanzia e qualità. “L’uomo del monte ha detto si.” A distanza di anni da quel fortunato spot, qualcuno è pronto ad imitare quel simpatico signore elegante vestito tutto di bianco. Questa volta non ci sono di mezzo ananas o altri frutti, ma la difesa del Milan. Infatti, questo è stato il reparto apparso più in difficoltà rispetto agli altri. Ora, però, “Inzaghi ha detto si.” Già, Pippo ha deciso quale componenti debbano esserci per rendere perfetta la sua linea difensiva. Diego Lopez è pronto a riprendere il suo posto tra i pali. Non solo, ma a trasmettere quella sicurezza e tranquillità che solo un grande portiere può dare. Davanti a lui, Inzaghi ha sancito i quattro moschettieri. Ignazio Abate è incontenibile. Non corre sulla fascia, ma brucia l’erba. Dal lato opposto, Mattia De Sciglio non ha di certo iniziato la stagione con il piede giusto, ma contro il Chievo ha dato dei timidi segnali di ripresa. In mezzo, il tifoso rossonero sembra essersi finalmente liberato del demone di Daniele Bonera. Rami ha, ormai, convinto Inzaghi che deve essere lui l’altro corno della coppia dei centrali di difesa. Già, il leader della difesa rossonera è tornato a parlare brasiliano. No, non è Thiago Silva, anche se garantisce lui sul suo connazionale. Alex è il pilastro su cui ruota il reparto arretrato. Guarda a caso è dal suo infortunio di Parma che è partito l’horror tour difensivo. Il suo rientro è ossigeno puro per Inzaghi. Inoltre, il Mister non dimentica Zapata. Il colombiano è sempre pronto a rispondere presente alla chiamata alle armi in caso di debacle di uno dei due centrali. La trasferta di Verona è ormai alle porte. Pippo sa bene quanto sarà importante la fase difensiva se si vorrà uscire dal Bentegodi con punti preziosi. No, il tempo degli errori è finito. Alla fine vince sempre chi ha subito meno gol. Inutile provare ad argomentare il contrario perché i numeri e la storia hanno sancito questa regola. Il nostro mister lo sa bene per questo “Inzaghi ha detto si.”  È giunta l’ora della difesa perfetta.Paolo Nicoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy