TROFEO TIM: MILAN-INTER 2-1, LA TOP 3 ROSSONERA

TROFEO TIM: MILAN-INTER 2-1, LA TOP 3 ROSSONERA

Bertolacci, fonte foto acmilan.com
Bertolacci, fonte foto acmilan.com

Il Milan ha vinto il Trofeo TIM, vincendo 2-1 il derby contro l’Inter grazie alle reti di Andrea Bertolacci e Carlos Bacca e, successivamente, pareggiando 1-1 contro il Sassuolo, in virtù delle reti di Alfred Duncan per i neroverdi e di Antonio Nocerino per il Diavolo. Ai rigori, poi, la vittoria del Milan. Nella sfida contro i nerazzurri sono emersi spunti interessanti e tre giocatori si sono distinti tra tutti. Ecco quali:

3) Alessio Romagnoli: ha firmato ieri il contratto che lo legherà al Milan per i prossimi 5 anni, e, successivamente, svolto il primo allenamento. Appena 24 ore più tardi, si ritrova già catapultato sul terreno di gioco del’ Mapei Stadium’, e prima del previsto: l’espulsione di Alex al 38′ della prima sfida contro l’Inter costringe Mihajlović a fargli giocare gli ultimi sette minuti più recupero. Il ragazzo si dimostra subito attento, preciso e pulito, con la ‘chicca’ del salvataggio sulla linea sulla conclusione a botta sicura di Brozović.

2) Andrea Bertolacci: finalmente, una prestazione in linea con le aspettative. Il centrocampista italiano, prelevato a suon di milioni dalla Roma dopo un’ottima stagione passata nella fila del Genoa, sembra essersi calato meglio negli schemi del nuovo allenatore ed aver acquisito, soprattutto, una condizione atletica decente. Il campionato si avvicina, può soltanto migliorare. Al 4′ della sfida contro l’Inter, si rivede, per un istante, il Bertolacci ammirato in maglia rossoblu: superbo l’assist di Bacca, preciso e letale l’inserimento da dietro del numero 91 rossonero che trafigge Handanović senza alcuna difficoltà.

1) Carlos Bacca: signore e signori, questo è davvero un grande attaccante. Per ammissione dello stesso Mihajlović, la sua condizione fisica è soltanto al 50-60% e, pertanto, non è ancora del tutto giudicabile. Ebbene, se già nel corso dell’AUDI Cup Bacca aveva fatto intravedere lampi di classe, nel derby valevole per l’assegnazione del Trofeo TIM il colombiano ha fatto capire perché il Milan si è tanto battuto per portarlo a San Siro, pagandone per intero la clausola di rescissione di 30 milioni di euro: accelerazioni improvvise, scatti brucianti, attacca in continuazione la profondità, trasforma quasi ogni pallone che tocca in oro. Nella sfida contro l’Inter, dapprima trova Bertolacci per il gol dell’1-0, poi, al 22′, si mette in proprio, scherza con i centrali della difesa nerazzurra e supera Handanović di giustezza. Una costante spina nel fianco per la difesa avversaria. E, oltretutto, sta affinando l’intesa con Luiz Adriano: la nuova coppia gol rossonera promette spettacolo.

Menzione speciale, va, senza dubbio, ad Antonio Nocerino, che, nel finale della seconda mini sfida contro il Sassuolo, al termine di una prestazione non proprio eccelsa della squadra rossonera, ha regalato il pareggio al Milan con un gran destro a giro dal limite dell’area di rigore. Nella lotteria dei rigori, poi, lo stesso centrocampista campano ha deciso, dal dischetto, il Trofeo TIM in favore del Diavolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy