TORRES DELUDE, TUTTI I DUBBI DEL MILAN

TORRES DELUDE, TUTTI I DUBBI DEL MILAN

Fernando Torres, soltanto un gol finora in maglia rossonera (fonte foto: www.ispn24.com)
Fernando Torres, soltanto un gol finora in maglia rossonera (fonte foto: www.ispn24.com)
Il Presidente Berlusconi lo coccola, Inzaghi lo difende e continua a schierarlo titolare, i compagni di squadra lo spronano: eppure, Fernando Torres non convince. L’attaccante spagnolo, giunto a fine agosto in pompa magna a Milanello per far dimenticare la parentesi Balotelli e per rinverdire i fasti di Atletico Madrid e Liverpool, è tuttora un oggetto misterioso, forse addirittura sotto gli standard di gioco espressi nel periodo trascorso al Chelsea.Dieci le gare fin qui disputate dal centravanti iberico, e soltanto una rete messa a segno, ad Empoli, il giorno del suo debutto da titolare, nello scorso mese di settembre: due mesi di astinenza sono decisamente troppi, anche per un giocatore che, negli ultimi anni sembra aver smarrito la confidenza con la rete dimostrata all’inizio della sua carriera. A parziale discolpa della sua sterilità in fase offensiva, bisogna sottolineare come il Milan, che attraversa una fase involutiva sotto il punto di vista del gioco, non riesca ultimamente a metterlo nelle migliori condizioni per esprimersi: cross con il contagocce, servito poco e male anche palla a terra, più impedimento per gli inserimenti dei trequartisti che punto di riferimento per la squadra.Si tratta, però, solamente di attenuanti: il numero 9 possiede tutte le qualità e tutte le carte in regola per poter fare di più. Anzi, deve fare di più. Per il momento, fallisce una chance dietro l’altra e non sta certamente ripagando i sacrifici economici fatti da Galliani in estate per riconoscergli un ricco accordo triennale.Ora come ora, sembra che Torres stia mettendo piede in campo quasi esclusivamente per quel motivo. Intanto, in panchina, con pochissimi minuti sulle gambe ed un muso lungo più che giustificato, langue Giampaolo Pazzini, dimenticato da Inzaghi e prossimo all’addio al Milan: contratto in scadenza nel 2015, tante offerte dall’Italia e dall’estero, e molteplici possibilità di essere titolare, e protagonista, altrove. Davvero il “Pazzo” riuscirebbe a fare peggio di questo Fernando Torres? A differenza dell’ispanico, al centravanti toscano non viene mai concessa neanche la possibilità di disputare 20′ a partita, e si è visto passare avanti, nelle preferenze dell’allenatore, anche Ménez ‘falso nueve’.Con soli 4 punti conquistati nelle ultime 5 gare, il Milan ha bisogno di ritrovare gioco e risultati. E non può prescindere dai gol, e dalle belle prestazioni, dei suoi centravanti: Torres deve ritrovarsi, ma Inzaghi ha il dovere di prendere le decisioni migliori per la squadra ed avere il coraggio, se necessario, di escluderlo qualora il suo ‘momento no’ dovesse durare. “Pazzo” scalpita, ed ha tanta voglia di dimostrare tutto il suo valore.Daniele Triolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy