TATTICA MILAN: EQUILIBRIO E BEL GIOCO CON IL 442

TATTICA MILAN: EQUILIBRIO E BEL GIOCO CON IL 442

L'esultanza ieri del Milan a Marassi (gazzetta.it)
L’esultanza ieri del Milan a Marassi (gazzetta.it)
Gli scherzi del destino. Oppure, a volte ritornano.E’ difficile scegliere la frase giusta per descrivere la nuova/vecchia idea di Filippo Inzaghi per permettere al Milan di cambiare il proprio gioco, trovare equilibrio ed essere più pericoloso davanti. Ques’idea è il 4-4-2.Anni fa il Milan era la patria di questo modulo, portato al successo da Sacchi e completato poi da Capello. Il 4-4-2 era un dogma nei pressi di Milanello, l’unico che ha cercato di rivoluzionare questa legge storica è stato Zaccheroni, cercando di inserire stabilmente il 3-4-3 tra il 98 e il 2000. Ancelotti poi è tornato alla difesa a quattro, cambiando però le linee di centrocampo e inventandosi successivamente l’albero di Natale.Con Leonardo, il Milan ha giocato con il famoso 4-2-fantasia, mentre poi Allegri ha usato principalmente il trequartista dietro a due punte o al massimo i tre davanti. L’anno scorso Seedorf ha provato ad inserire i tre trequartisti, con buoni risultati, ma non tali da meritare la conferma.Ora Inzaghi. L’idea iniziale dell’ex bomber per il suo Milan, prevedeva i tre attaccanti davanti con tre centrocampisti a sostenerli. Vedendo che forse le cose non riuscivano come si voleva, mister Inzaghi ha provato la via dei tre trequartisti dietro un’unica punta, ma l’esperimento non ha garantito l’equilibrio necessario per competere ad alti livelli.Ed è qui che nasce l’idea del 4-4-2. Negli ultimi minuti con la Samp, sabato sera, Pippo ci ha provato ed è sembrata subito un’intuizione vincente. Bonaventura ed El Shaarawy larghi sulle fasce. Torres e Menez davanti. In mezzo il doppio mediano che garantisce un filtro importante, De Jong o chi per lui in mezzo.Per tirare di più e finalizzare la grande mole di gioco prodotta, davanti c’è bisogno di una punta vera, che abbia occasioni in area e che lo si metta in condizione di segnare. Torres titolare, Pazzini è la valida alternativa, anche per un doppio 9, Honda largo a destra o seconda punta.Le possibilità ci sono, le idee anche. Ora basta non andare in confusione e puntare su un modulo ben preciso. E il ritorno al passato spesso può anche essere positivo, perchè il 4-4-2 ha fatto la storia del Milan e può fare anche il futuro. Subito. Già nel derby.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy