SVOLTA MILAN, FINALMENTE UN CENTROCAMPO DI QUALITA’. I NOMI

SVOLTA MILAN, FINALMENTE UN CENTROCAMPO DI QUALITA’. I NOMI

Josè Maur
Josè Mauri, centrocampista del Parma (Fonte: www.calcionews24.com)
Ricostruzione. Non solo societaria ma anche in campo. La ricostruzione del Milan riparte dal settore più funestato dell’ultima stagione: il centrocampo.Molto probabilmente ci sarà da colmare l’assenza di De Jong, l’unico a salvarsi della mediana rossonera ma l’imperativo che aleggia in via Aldo Rossi è quello di costruire un centrocampo giovane, di qualità e italiano.I nomi non mancano e nemmeno la concretezza delle scelte: Bertolacci dal Genoa e Mauri dal Parma sembrano essere in dirittura d’arrivo, entrambi reduci da un’ottima stagione che ha visto emergere le loro qualità, due mezzale capaci di difendere e di inserirsi nelle manovre d’attacco.La capacità d’inserimento deve però essere supportata dall’impostazione di gioco e dal contrasto delle manovre avversarie: gli interpreti più idonei a svolgere questo ruolo sembrano essere Valdifiori e Baselli, entrambi giovani e con doti che sono saltate agl’occhi di molti dirigenti di grandi club e che grazie al loro impegno hanno contribuito alla salvezza di Empoli e Atalanta.Nessuno di questi quattro ragazzi supera le 24 primavere, se non soltanto l’empolese che a 29 anni è appeno arrivato in Serie A; è necessario quindi che vengano affiancati da un giocatore più esperto. In merito a questa affermazione, la speranza è che possa ritornare ai suoi livelli Riccardo Montolivo, reduce da una stagione flagellata d’infortuni ma, una vota ripresosi, più essere l’uomo giusto nel fare da guida a questo giovane reparto.Altri nomi sono emersi in questi giorni, soprattutto in merito al sostituto di De Jong ma si teme che, cercando un giocatore d’esperienza, si acquisti l’ennesimo parametro zero scadente o in parabola discendente.Se lo scenario dovesse essere questo ci ritroveremmo un centrocampo di qualità, con un gioco frizzante (senza dimenticare Bonaventura) e con giocatori giovani. Certo nessuno di loro è un top player ma indubbiamente posso crescere e affermarsi. D’altronde nel 1999 e nel 2003 Gattuso e Pirlo non arrivarono con la stessa nomea?Giovanni Pesce

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy