Suso rifiorisce, la Champions League passa (anche) da lui

Suso rifiorisce, la Champions League passa (anche) da lui

Dopo un lungo letargo, Suso sembra finalmente essersi risvegliato. Se il Milan può sognare la Champions è anche grazie a lui e molto da lui dipederà.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Due giornate alla fine. Sei punti da fare come must. Poi il resto si vedrà. È questo il pensiero comune in casa Milan, espresso anche da Suso su Instagram dopo la vittoria di ieri. Proprio lo spagnolo ieri è stato determinante nel successo, con un ottimo assist per Hakan Calhanoglu e in generale una partita eccellente, fatta di spunti, giocate illuminanti, occasioni create. Segnali di risveglio che erano già arrivati in realtà contro il Bologna, quando aveva finalmente trovato il gol, che mancava da gennaio contro il Genoa.

Non è un caso che tornato lui sia tornato anche il Milan. I rossoneri hanno vissuto un periodo difficilissimo, coinciso con il momento peggiore di Suso. Quando lo spagnolo si è ripreso, il Milan ha ricominciato a girare. Eppure, il “letargo” di Suso si è prolungato più del solito quest’anno. I rossoneri sono riusciti a sopperire a questa mancanza di qualità con l’arrivo di Lucas Paquetà, ma quando il brasiliano è venuto meno, i rossoneri sono crollati. Perchè la squadra di Gennaro Gattuso è dipendente dal numero 8 di Cadice.

Una dipendenza che nella prima parte di stagione è stata anche ripagata da gol e assist, ma che poi è stata pagata a caro prezzo. C’è da dire che era dalla stagione 2011/12 che il Milan non portava un giocatore in doppia cifra per assist e con quello di ieri Suso è arrivato a quota 10. Simbolo di come la stagione dello spagnolo sia stata caratterizzata da un totale disequilibrio: un avvio eccezionale, una parte centrale negativa.

La speranza del Milan è che in questa parte finale di stagione Suso possa tornare ad alti livelli. Mancano appena due partite e i segnali di risveglio sono arrivati. Se lo spagnolo riuscirà a tornare davvero ad altissimi livelli, il Milan potrà sognare e credere davvero nei 6 punti mancanti, sperando sempre in un “aiuto” dalle avversarie di Atalanta e Inter. Altrimenti, sarà molto difficile.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy