STAFFETTA CERCI-SUSO: IL MILAN HA UN’ARMA IN PIU’

STAFFETTA CERCI-SUSO: IL MILAN HA UN’ARMA IN PIU’

Suso, centrocampista rossonero (Fonte: www.goal.com)
Suso, centrocampista rossonero (Fonte: www.goal.com)
La gara vinta contro il Palermo può davvero rappresentare per il Milan una sorta di spartiacque stagionale.Un cambio di registro, o meglio, un cambio di passo degno del miglior ciclista scalatore, che nella parte finale di gara, in questo caso del campionato, può sorprendere gli avversari forse a corto di fiato. E le forze fresche in rampa di lancio, potrebbero sul serio dare la possibilità ai rossoneri di trasformare il sogno Europa in realtà.Le forze fresche portano il nome di Alessio Cerci e Jesús Joaquín Fernández Sáez, conosciuto ai più come Suso. Nuove armi, nuove cartucce da sparare per salvare una stagione e una panchina, e per gettare basi più solide per il futuro.L’infortunio subito negli ultimi giorni da Honda, ha spalancato le porte ai due neo rossoneri, che da gennaio ancora non avevano fatto vedere di che pasta siano fatti, e soprattutto, se meritavano la maglia rossonera. Cerci aveva giocato poco, spezzoni di gara poco utili per poter tornare in forma, dopo una prima parte di stagione in Spagna decisamente inconcludente.Discorso diverso per Suso. Lo spagnolo è stato voluto a Gennaio, anticipandone l’arrivo di sei mesi. Calcio inglese e spagnolo molto diverso da quello italiano, e i primi mesi della sua avventura nel nostro Paese non sono stati semplici, ma il ragazzo non si è perso d’animo. E ha sfruttato tutte le occasioni che gli sono state concesse. Nell’amichevole contro la Reggiana, ha fatto vedere che i numeri li ha e che può essere importante per questa squadra.Problema di abbondanza dunque per Inzaghi. Senza il giapponese, Cerci ha finalmente riconquistato una maglia da titolare e contro il Palermo ha segnato e fatto vedere ottime cose. Tutta questione di fiducia e di testa quindi. In un Milan ancorato alle giocate dei singoli, lui, con una condizione via via in crescendo, potrebbe essere l’arma in più per il rush finale alla ricerca dell’Europa. Così come potrebbe diventare fondamentale Suso a partita in corso.Ora tutti i nodi verranno al pettine, si tireranno le somme. E il Milan deve dimostrare di valere una qualificazione europea troppo importante per garantirsi un futuro competitivo e di livello. E chiede aiuto ai suoi nomi nuovi, a Cerci e Suso, ma anche a Destro, di cui di gara in gara se ne aspetta sempre l’esplosione. Per ora il gioco può aspettare, forse se ne riparlerà l’anno prossimo. Ora servono punti, per il resto si vedrà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy