STADIO, NON SOLO NAMING RIGHTS: ECCO IL PIANO DEL MILAN PER MASSIMIZZARE I PROFITTI

STADIO, NON SOLO NAMING RIGHTS: ECCO IL PIANO DEL MILAN PER MASSIMIZZARE I PROFITTI

Il progetto del nuovo stadio rossonero (fonte foto: acmilan.com)
Il progetto del nuovo stadio rossonero (fonte foto: acmilan.com)
Il Milan, nel giro dei prossimi tre/quattro anni, dovrebbe avere uno stadio nuovo, un impianto fatto su misura per i suoi bisogni. Vinto il bando di fondazione fiera la società di Via Aldo Rossi, aspetta il via libera dal Comune poi inizieranno i lavori per la nuova casa dei rossoneri. Avere uno stadio di proprietà, come è ormai noto, è un passaggio fondamentale per una squadra con grandi ambizioni in campo nazionale ed europeo. Uno stadio di proprietà infatti permette di moltiplicare gli introiti nelle casse dei club con un tesoretto, nel caso del Milan, stimato tra i 50 e i 60 milioni di euro l’anno. Soldi importantissimi che, una volta ammortizzati i costi di costruzione dell’impianto, possono portare una mano importante sul mercato.Tra le tante fonti di guadagno che uno stadio porta, una fetta importantissima arriva dai “naming rights” ovvero la cessione del nome di un impianto ad un grosso sponsor. Gli esempi più eclatanti in questo senso arrivano da Monaco di Baviera, con il Bayern che gioca alla “Allianz Arena” e dall’Inghilterra: a Londra l’Arsenal gioca nello spettacolare “Emirates Stadium”, mentre la casa del Manchester City è sponsorizzata da un altro colosso tra le compagnie aree: Ethiad. Anche il Milan sembra intenzionato a cedere il nome del suo stadio in cambio di soldi, probabilmente proprio ad Emirates e dovrebbe incassare una cifra vicina ai 10 milioni di euro a stagione, ma non è tutto, l’idea del Milan è di fare un ulteriore passo in avanti e massimizzare le opportunità fornite dallo stadio, cedendo anche i nomi dei settori, cedendo agli sponsor le 4 gradinate; se San Siro è diviso in verde, rossa, blu e arancio i nomi, nella nuova casa rossonera, potrebbero essere di quattro sponsor importanti. Un modo semplice, per aumentare ancora di più gli incassi da un impianto che dovrà essere il motore del nuovo Milan, quello targato Berlusconi e Taechaubol.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy