SORIANO: IL LOW COST CHE PIACE E ASPETTA MIHAJLOVIĆ

SORIANO: IL LOW COST CHE PIACE E ASPETTA MIHAJLOVIĆ

Roberto Soriano
Roberto Soriano (fonte foto: www.italianfootballdaily.com)

58 milioni spesi sul mercato, finora, dal Milan. Di questi, ben 38 sono stati spesi per l’attacco, con le acquisizioni di Carlos Bacca, prelevato dal Siviglia dietro pagamento dell’intero importo della sua clausola rescissoria, e Luiz Adriano, giunto subito in Italia, nonostante il suo contratto con lo Shakthar Donetsk fosse in scadenza nel prossimo dicembre.

Per il centrocampo, settore nevralgico del terreno di gioco, sono stati investiti i rimanenti 20 milioni, che hanno preso la strada di Roma, sponda giallorossa, per rilevare (forse un po’ troppo a caro prezzo …) il promettente tuttofare Andrea Bertolacci. I rossoneri, però, in quella zona di campo, dovranno, ancora, necessariamente investire: José Mauri, giunto a parametro zero dal Parma, potrebbe difatti patire il salto dalla provincia alla grande città, e, di conseguenza, dall’essere protagonista al ‘Tardini’ all’impatto, anche scenico, dello stadio di ‘San Siro’ e, non va dimenticato, sono stati molti i centrocampisti ad aver lasciato il Milan rispetto la scorsa stagione: è andato via Marco Van Ginkel, finito allo Stoke City sempre via Chelsea, quindi Sulley Muntari, che ha rescisso il suo contratto ed appare vicino al Besiktas, ed infine Michael Essien, passato con un biennale al Panathinaikos.

Serve un altro grande colpo: se n’è accorto persino Siniša Mihajlović, il quale, fermamente intenzionato a schierare Nigel De Jong davanti la difesa con accanto il capitano Riccardo Montolivo e l’ultimo arrivato Bertolacci, sin dalle prime uscite estive si è reso conto di quanto il centrocampo fatichi ancora a creare trame di gioco degne di tal nome. Motivo per il quale, seppur sottotraccia, il Milan continua a portare avanti l’idea di prelevare Axel Witsel dallo Zenit: con il 26enne calciatore belga c’è già un principio di accordo, ma i russi continuano a chiedere cifre superiori ai 30 milioni. Se ne riparlerà. Spesso, in ottica Milan, si è parlato del 25enne regista tedesco del Borussia Dortmund, Ilkay Gündogan, che ha però appena prolungato fino al 30 giugno 2017 con i gialloneri: con un’offerta di 25 milioni, forse, potrebbe lasciare la Germania.

Infine, si è tornato a parlare in queste ultime ore di un possibile approdo di Roberto Soriano al Milan. L’ipotesi non è da sottovalutare, in quanto Soriano, sotto la conduzione tecnica di Mihajlović, è cresciuto moltissimo, arrivando persino alla convocazione in Nazionale; Miha si fida di Soriano, il quale conosce le sue idee, sa come applicarle in schemi sul rettangolo di gioco, e, soprattutto, saprebbe integrarsi molto bene con gli altri centrocampisti presenti nella rosa rossonera. Soriano, in effetti, può giostrare sia da mezz’ala destra che da mezz’ala sinistra, e, all’occorrenza, avanzare di una ventina di metri il proprio raggio d’azione ed agire da vero e proprio trequartista: fu suo, infatti, il gol blucerchiato nell’ultimo Milan-Sampdoria (1-1), arrivato con un perfetto inserimento dalle retrovie per finalizzare un delizioso assist di Samuel Eto’o.

Soriano, sicuramente, sposerebbe di buon grado il progetto del Milan, e non sarebbe così difficile convincerlo come invece può avvenire con i suoi colleghi stranieri; inoltre, dato da non sottovalutare, può arrivare, se non proprio ‘low cost‘, quasi: con un investimento non superiore ai 15 milioni, il Milan può mettere le mani su un gioiello ancora giovane ma con già tanta esperienza. Perché non approfittarne?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy