SNEIJDER-MILAN, SOLO SUGGESTIONE O REALE INTERESSE? I PRO E I CONTRO

SNEIJDER-MILAN, SOLO SUGGESTIONE O REALE INTERESSE? I PRO E I CONTRO

Wesley Sneijder (foto www1.skysports.com)
Wesley Sneijder (foto www1.skysports.com)
Wesley Sneijder al Milan. A rilanciare questa voce di mercato è l’edizione odierna del Corriere dello Sport. Il club rossonero, infatti, sarebbe interessato al giocatore del Galatasaray come possibile sostituto di Honda, che a gennaio andrà a giocare in Coppa d’Asia. Il Milan, si dice, lo vorrebbe in prestito fino alla fine della stagione.Fin qui i rumors più recenti. In realtà, però, questa è un’indiscrezione che circola ormai da diverso tempo e che oggi si fa di nuovo insistente. Semplice suggestione di mercato, dettata anche dal periodo un po’ morto di notizie, o reale interesse da parte del Milan dunque? Con il mercato di gennaio alle porte, i sondaggi sono all’ordine del giorno e le idee nascono e muoiono nell’arco di qualche ora. L’idea Sneijder, proprio perchè ricorrente, evidentemente, testimonia un certo interesse dei rossoneri per l’olandese, ma poi… si concretizzerà?La logica ci impone di pensare anche alla fattibilità dell’operazione e soprattutto all’utilità di questo rinforzo. Due elementi che ci portano a pensare che Snejder, eroe del triplete nerazzurro e fedelissimo di Mourinho all’Inter, per ora rimane più una suggestione che una reale necessità.I motivi: innanzitutto l’ingaggio, elevatissimo. Poi il ruolo: l’olandese è un trequartista puro, ruolo che l’attuale modulo di Inzaghi (il 433) non prevede. A meno che l’allenatore rossonero non abbia intenzione di schierarlo come interno di metà campo, con licenza di offendere, o addirittura si sia deciso di puntare su un modulo più offensivo, come il 4231. In quel caso, sì, che Sneijder potrebbe far comodo, come rifinitore alle spalle dell’unica punta.Attenzione, però, perchè al momento quel ruolo è già occupato da Menez, con Bonaventura e Honda adattabili in quella posizione. Proseguendo nel ragionamento, quindi, sarebbe più logico pensare a un rinforzo sulla fascia. La batteria di esterni infatti è abbastanza sprovvista di giocatori in grado di coprire l’intera corsia laterale (El Shaarawy è l’unico di ruolo in quella zona del campo). Insomma, i pro sono relativi all’alto tasso tecnico di Snejder che potrebbe portare più geometrie e favorire un gioco più fluente, i contro, invece, sono relativi a dubbi tattici, in primis. Al momento la bilancia pende più per i contro, domani chi sa. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy