SAMP, FERRERO PROVA IL DEPISTAGGIO. MA SORIANO E’ DEL MILAN

SAMP, FERRERO PROVA IL DEPISTAGGIO. MA SORIANO E’ DEL MILAN

Massimo Ferrero, patron della Sampdoria
Massimo Ferrero, patron della Sampdoria
Le sta provando tutte il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, per cercare di allontanare i riflettori dalla trattativa tra i blucerchiati e il Milan per il passaggio in rossonero di Roberto Soriano (il profiling del giocatore). Dichiarazioni forti e un po’ folkloristiche quelle di Ferrero durante la conferenza stampa di presentazione alla stampa di Antonio Cassano, nella quale il patron dei genovesi ha buttato acqua sul fuoco, dichiarando che nessuno ha contattato Soriano e che è e per ora rimane un giocatore della Sampdoria. Non solo. Per il presidente, il centrocampista italiano di origini tedesche è un grande giocatore e vale tanto (“se hanno pagato 20 Bertolacci, me ne devono dare 25…”) smentendo con forza l’ipotesi di un incontro per domani con Adriano Galliani a Forte dei Marmi (“sono povero, in vacanza vado a Sabaudia”). Ecco tutte le dichiarazioni di Ferrero.Peccato che ci sono diversi particolari che smentiscono le parole del presidente blucerchiato. Innanzitutto la presenza della famosa clausola rescissoria di 10 milioni di euro, che chi vuole Soriano può pagare e portarselo via. Altro indizio: tutti i media danno l’affare per fatto, nessuno escluso, parlando con forza di questo incontro per le firme a Forte dei Marmi e di un Nocerino pronto a fare il percorso inverso.L’intervento di Ferrero sembra tanto un bluff cinematografico, un depistaggio per lasciar lavorare tranquille le due società sulla trattativa e spostare i riflettori dal giocatore ad altri soggetti. La sensazione è questa: Soriano a breve sarà un giocatore del Milan ma si sta lavorando sui dettagli, come normale che sia. Mihajlovic avrà il suo jolly, il giocatore la sua grande occasione, Ferrero i suoi 10 milioni. Tutti contenti?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy